sabato 4 Luglio 2020 Diritti contrattuali e decurtazione stipendi.Stamane protesta di un gruppo di dipendenti di Pulim2000 | infosannionews.it sabato 4 Luglio 2020
Smooth Slider

Centro Democratico: Stefano Mercurio nuovo delegato provinciale allo sport

“Formulo i migliori auguri di buon lavoro a Stefano Mercurio, ...

Abbamondi: A Carofano l'onore delle armi. Altri dovranno giustificare le loro scelte

"Dopo 10 anni di amministrazione Carofano, sono bastati tre giorni ...

Liberamente per Bonea.Lavori e viabilità, agenda ricca per l'Amministrazione

Operazione viabilità a Bonea.Con molti impegni in itinere, per l'Amministrazione ...

Vigili del Fuoco, l’ing. Marco Ghimenti è il nuovo Direttore Regionale

Vigili del Fuoco, l'ing. Marco Ghimenti è il nuovo Direttore Regionale

Oggi si è svolto presso la Direzione Regionale dei Vigili ...

Diritti contrattuali e decurtazione stipendi.Stamane protesta di un gruppo di dipendenti di Pulim2000

15/11/2019
By

Benevento – Alla base della protesta il mancato riconoscimento dei diritti contrattuali e decurtazione sensibile dello stipendio.

Stamattina un gruppo di dipendenti dell’ Associazione Temporanea di Imprese a cui è stato affidato il servizio di pulizia locali delle numerose sedi dell’Ateneo sotto le bandiere della Cgil, hanno protestato in Piazza Guerrazzi davanti alla sede  del Rettorato dell’Università degli Studi del Sannio per chiedere quanto dovuto ai 39 lavoratori. I lavoratori lamentano la decurtazione dello stipendio e il mancato rispetto di alcune clausole di contratto che andrebbero avanti dal mese di giugno.

Per cercare  di placare la protesta è intervenuto il Direttore generale dell’Università Ludovico Barone il quale ha chiarito che  i rapporti tra l’Ateneo e la stessa ATI riguardano solo il pagamento da parte dell’Ateneo  di fatture commerciali per il servizio effettuato dall’ATI. Per ciò che riguarda i pagamenti  effettivamente corrisposti ai dipendenti della Società, l’Amministrazione del’Ateneo non ne sa nulla.

In un secondo momento l’incontro con Antonella Rubbo e il Rettore Gerardo Canfora in cui la sindacalista ha evidenziato che: “Non ci può essere disparità di trattamento. I lavori sono uniti. E’ una battaglia di civiltà. La Pulim 2000 deve assumersi le proprie responsabilità. Siamo stanchi e diciamo basta”.

Il rettore ha chiarito che la situazione è abbastanza complessa e l’Università ha già messo in campo tutte le azioni per poter risolvere la vicenda evidenziando che: “Il problema non è tra l’Università e le lavoratrici”. La CGIL, ha assicurato che a breve sarà convocato un tavolo istituzionale in Prefettura con il Consorzio per risolvere la vicenda.

 

Tags: