venerdì 21 febbraio 2020 Stop al nuovo addetto stampa dell’ASL. Picone: “Provvedimento opportuno,ma sufficiente a contrastare nomine clientelari?” | infosannionews.it venerdì 21 febbraio 2020
In evidenza

Lavoro, Rota (Fai Cisl): su CCNL Industria Alimentare un paradossale gioco al ribasso

“È paradossale che in un settore che è diventato motore ...

Sandra Lonardo dà una sonora bacchettata ai leghisti: “Stavamo meglio quando stavamo peggio”.

Sandra Lonardo dà una sonora bacchettata ai leghisti: “Stavamo meglio quando stavamo peggio”.

La senatrice Sandra Lonardo interviene con un post  su facebook ...

Giuria internazionale “Città di Airola” per i Premi “Moscato” e “Giovani pianisti”

Giuria internazionale per i Premi "Moscato" e "Giovani pianisti". Cinquina ...

A Chiavari per abbattere un’altro tabu’. Inzaghi : ” L’Entella squadra forte con un ruolino in casa incredibile”

A Chiavari per abbattere un'altro tabu'. Inzaghi : L'Entella squadra forte con un ruolino in casa incredibile

Conferenza stampa prima dell'insidiosa trasferta a Chiavari contro l'Entella. Trasferta in ...

Campoli del Monte Taburno: nascondeva pistola automatica.Arrestato 24enne

Nascondeva in casa un pistola automatica. Con l’accusa di detenzione abusiva ...

Stop al nuovo addetto stampa dell’ASL. Picone: “Provvedimento opportuno,ma sufficiente a contrastare nomine clientelari?”

07/10/2019
By

“Il nuovo Direttore Generale dell’ASL di Benevento, Gennaro Volpe, appena insediato negli uffici dell’azienda sanitaria locale, come primo atto ha revocato l’avviso pubblico per l’attribuzione dell’incarico di Addetto stampa presso l’ASL 1 BN.

A mio giudizio  – scrive Giovanni Picone – si tratta di un provvedimento opportuno sopratutto nei riguardi dei giovani giornalisti precari, è senz’altro un buon punto di partenza per il nuovo Direttore Generale, ma tale provvedimento sarà sufficiente per contrastare le solite nomine clientelari oppure è solo apparenza?

Nei mesi scorsi ho sottolineato in più occasioni, che l’avviso pubblico indetto dall’ASL BN, con delibera n. 244 del 30/05/2019, riportava una modalità di selezione che non garantiva le competenze dei singoli partecipanti, di fatto quest’ultimi dovevano essere valutati da una commissione sulla base dei titoli posseduti ed in seguito, in base alla rosa dei prescelti, il Direttore Generale avrebbe dovuto effettuare la scelta definitiva e a provvedere alla nomina dell’Addetto Stampa, insomma si trattava di un incarico fiduciario camuffato, a questo proposito perché non si procede con l’indizione di un concorso per titoli ed esami, cosi come ha già fatto l’ASL di Foggia?

Un ulteriore tassello di non poca importanza, riguarda la legge n. 150 del 2000, la quale pone il divieto sulle commistioni tra attività d’ufficio stampa e quelle giornalistiche, di conseguenza chi svolge l’attività di giornalista presso le redazioni giornalistiche o le agenzie di stampa, non può contemporaneamente svolgere l’incarico di addetto stampa presso la pubblica amministrazione, pertanto c’è da chiedersi come si comporterà il neo Direttore Generale, per la prossima scelta di Addetto Stampa, farà rispettare la legge nazionale o ricadrà nelle solite logiche favoritistiche?
Al momento  – conclude Picone – porgo un augurio di buon lavoro al Direttore Volpe, in modo che riesca ad assicurare un miglior servizio sanitario a tutta la cittadinanza che ne ha davvero bisogno”.

Giovanni Picone

Tags:

             

Il Campionato del Benevento Calcio

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Atelier Pantheon

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio