martedì 17 settembre 2019 Il M5S sulla sorte dei lavoratori dei Consorzi di Bacino di Benevento | infosannionews.it martedì 17 settembre 2019
In evidenza

Benevento, missione compiuta ! Salernitana regolata con il classico 0 - 2

Prova di personalità e gioco dei giallorossi mai in affanno ...

Stalli riservati ai disabili.Il Meetup a 5 Stelle esorta gli automobilisti al rispetto della normativa

Anna Rita Persico ">Meetup Partecipazione a 5 Stelle) interviene con ...

Altrabenevento: “Chiudere con urgenza i pozzi contaminanti e fornire acqua dal Biferno a tutta la città”

Altrabenevento: Chiudere con urgenza i pozzi contaminanti e fornire acqua dal Biferno a tutta la città

 Altrabenevento: “Provincia e Regione Campania pensano alla diga di Campolattaro” Benevento ...

Benevento Città Teatro. Ieri sera toccata e fuga di Vittorio Sgarbi

Il critico d'arte non ha voluto dire di no all'invito ...

A Pontelandolfo ritorna il Meeting delle Province Trofeo Padre Pio lancio del formaggio.

Conferenza Stampa 20 settembre 2019 ore 16,00 Sala Giovanni Paolo ...

Ritornano i “Percorsi Magici”alla scoperta di Benevento Città delle Streghe

Benevento  – Tornano Sabato 21 Settembre alle ore 20.00, nell’ambito ...

Il M5S sulla sorte dei lavoratori dei Consorzi di Bacino di Benevento

14/08/2019
By

“Prendiamo atto dell’accettazione della nomina a direttore generale dell’ATO rifiuti del dott. Massimo Romito, a cui vanno gli auguri di un proficuo lavoro.”


“Sottoponiamo subito, però, alla sua attenzione la paradossale situazione in cui versano i lavoratori dei Consorzi di Bacino di Benevento, la cui vicenda è diventata talmente nota da essersi resa, per assurdo, del tutto invisibile agli occhi della politica locale. Si tratta di un centinaio di dipendenti, assunti a tempo indeterminato dai Consorzi di Bacino, che dal 2010, nonostante il loro diritto al lavoro sia stato riconosciuto dalla Magistratura, non percepiscono più lo stipendio da tanti anni. Queste persone stanno vivendo, nel totale disinteresse delle istituzioni, una situazione socioeconomica e psicologica insostenibile, che potremmo definire pirandelliana, nonostante la loro definitiva ricollocazione sia prevista dalla legge regionale n. 14 del 26 maggio 2016.
Nello specifico, l’articolo 44 della suddetta legge prevede che è fatto obbligo al nuovo gestore del servizio integrato dei rifiuti “di utilizzare le unità di personale dei Consorzi di Bacino della Regione Campania costituiti ai sensi della legge regionale 10 febbraio 1993, n.10, con priorità per il personale assunto alla data del 31 dicembre 2001. Fino al completo reimpiego delle unità di personale dei Consorzi di Bacino della Regione Campania è vietato procedere a nuove assunzioni per lo svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti”.
La legge regionale in argomento, quindi, prevede inequivocabilmente il passaggio diretto ed immediato dei dipendenti dei consorzi di bacino, presenti nelle liste vidimate dalle Prefetture competenti, al nuovo gestore del servizio integrato dei rifiuti.
Dal momento in cui il direttore Romito dovrà redigere il piano industriale, non può non tenere conto in via immediata della priorità della quale godono i dipendenti dei consorzi, in ossequio al dettame normativo vigente e ai pronunciamenti dei giudici. In merito alla problematica della carenza in organico di personale amministrativo, che il dott. Romito ha fatto emergere nell’intervista rilasciata a seguito del suo insediamento, vorremmo ricordare che nelle liste dei Consorzi di Bacino, certificate dalla Prefettura, figurano profili professionali, posseduti dai predetti dipendenti, riferiti sia a settori operativi che amministrativi. Il dott. Romito dovrebbe esserne a conoscenza in quanto, in passato, ha svolto incarichi nel settore rifiuti in stretta collaborazione con i dipendenti dei Consorzi. Tante sono le vertenze lavorative nel settore dei rifiuti che meritano di essere risolte nella nostra realtà. Alle nuove emergenze si sommano quelle storiche: non bisogna trascurare la priorità lavorativa maturata da tante persone che, da ben 9 anni, vedono legalmente riconosciuto il diritto al lavoro senza che però venga loro effettivamente garantita un’occupazione stabile
Auspichiamo che i vertici dell’ATO si attivino affinché si ponga fine al calvario che da anni affligge queste persone che operavano nella nostra provincia e che, da un momento all’altro, si sono ritrovate senza lavoro illegittimamente, così come sancito anche dalla Suprema Corte di Cassazione.
In uno stato di diritto, la politica deve dare l’esempio, rispettando la legge e gli organi giudicanti.
Il MoVimento 5 Stelle vigilerà affinché si possa trovare una soluzione decisiva, nel rispetto dei diritti di tutti, perché nessuno rimanga indietro.
La Vice Presidente della Commissione Ambiente
del Comune di Benevento
Anna Maria Mollica”

Tags:

             

Il Campionato del Benevento Calcio

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio