sabato 24 agosto 2019 Riapre la scuola “Nicola Ciletti”di San Giorgio La Molara, chiusa nel 2002 dopo il terremoto in Molise | infosannionews.it sabato 24 agosto 2019
In evidenza

Non convince il Benevento a Pisa. Lo salva Montipò al 94°. Pisa 0 Benevento 0

Giallorossi a fasi alterne ma con un centrocampo troppo macchinoso ...

Città Spettacolo, cambia l’ordinanza sugli alcolici.Vendita fino alle 3 come da normativa nazionale

Città Spettacolo, cambia l'ordinanza sugli alcolici.Vendita fino alle 3 come da normativa nazionale

Dopo la protesta dei commercianti del centro storico contro l’ordinanza ...

Geo-Paleontological Summer School: Quattordici studenti delle scuole per tre giorni al Paleolab di Pietraroja

Si  parte il 29 agosto Quattordici studenti dell’ultimo e penultimo anno delle ...

Città Spettacolo. Il Festival incontra la stampa ogni giorno alle ore 12,00

Città Spettacolo. Il Festival incontra la stampa ogni giorno alle ore 12,00

Nell'ambito della XL edizione di“Benevento Città Spettacolo” non mancherà “Il ...

Gestione Rifiuti: convocato il Consiglio Provinciale di Benevento

Gestione Rifiuti: convocato il Consiglio Provinciale di Benevento

Il Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, ha ...

I giovani del Summer Camp ELIS-ACEA progettano l’innovazione ecosostenibile.

Intelligenza artificiale al servizio di acqua, energia e ambiente.  “Dobbiamo iniziare ...

Riapre la scuola “Nicola Ciletti”di San Giorgio La Molara, chiusa nel 2002 dopo il terremoto in Molise

12/08/2019
By

Dichiarata inagibile domenica prossima 18 Agosto riaprirà la scuola di San Giorgio La Molara.

Era il 31 Ottobre del 2002 quando un terremoto di magnitudo 5,4 colpì la provincia di Campobasso facendo sentire i suoi effetti anche nei paesi della limitrofa provincia beneventana. Tra questi anche San Giorgio La Molara dove la scuola secondaria di primo grado Nicola Ciletti venne chiusa perchè dichiarata inagibile e con strutture non rispondenti alla normativa antisismica dell’epoca. Costruita in parte negli anni 50′ ed in parte negli anni 60′, era costituita da due piani seminterrati, risalenti alla prima costruzione, e due piani fuori terra in tufo con copertura in cemento armato costruita appunto negli anni 60′. Il peso trasmesso però dalla scatola muraria incideva in maniera predominate sulla parte piu’ vecchia che mal rispondeva alle sollecitazioni che, in caso di sisma, sono dinamiche oltrechè statiche. Così nel 2007 venne affidato il progetto a tecnici locali che finalmente ora è terminato restituendo alla comunità una scuola sicura che fà dell’innovazione e dell’ecosostenibilità i suoi punti di forza. Legno e fonti rinnovabili sono il fiore all’occhiello della parte nuova che si innesta sul recupero di quella esistente creando un unico complesso dove gli spazi, l’accessibilità e le vie di fuga costituiscono garanzia di sicurezza.

 

 

 

 

Tags:

             

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio