lunedì 22 luglio 2019 Rifiuti. Si tenta di correre ai ripari ma sarebbe stato meglio muoversi per tempo. | infosannionews.it lunedì 22 luglio 2019
In evidenza
Il Sindaco di Pietrelcina formula il proprio augurio al neo Rettore Canfora

Il Sindaco di Pietrelcina formula il proprio augurio al neo Rettore Canfora

La dichiarazione del sindaco Domenico Masone. “L’elezione del nuovo rettore dell’università ...

Ruggiero : “Il Comitato dei Sindaci, piuttosto quello dei morosi…”

Ruggiero : Il Comitato dei Sindaci, piuttosto quello dei morosi…

Il Comitato di sindaci voluto da Clemente Mastella per lo ...

Benevento. Si sono uniti in matrimonio Thomas Rungi ed Emilia Paga. A loro tanta felicità!

Nella splendida Basilica di San Bartolomeo Apostolo in Benevento si ...

Uil, Cgil, Cisl e Confindustria. Documento congiunto sulla predisposizione Accordo Partenariato 2021-2027

Uil, Cgil, Cisl e Confindustria. Documento congiunto sulla predisposizione Accordo Partenariato 2021-2027

La Uil Avellino/Benevento rende noto che, nell’ambito dei tavoli previsti ...

Isidea : “Progetti sotto il Noce”

Isidea : Progetti sotto il Noce

"Ultimamente proliferano in città iniziative sulle streghe, parallele e non ...

Gemellaggio Ozegna (To) con Ginestra degli Schiavoni

Nella Sala Consiliare della Rocca dei Rettori, sede della Provincia ...

Rifiuti. Si tenta di correre ai ripari ma sarebbe stato meglio muoversi per tempo.

12/07/2019
By

Nessuno è d’accordo a pagare quanto la Provincia ha deliberato, mentre continua la posizione “strana” di Di Maria, non dipendente dalla sua volontà,  che se non sarà abile, pagherà dazio, in un modo o nell’altro, per le sue due cariche di sindaco di Santa Croce del Sannio e di Presidente della Provincia.

Una cosa è certa, nessun sindaco della provincia di Benevento ha in animo di chiedere ulteriori sacrifici economici ai propri cittadini, tra l’altro per un servizio che, almeno a Benevento, fa acqua da tutte le parti. Ed allora cosa si può fare per evitare quest’altra vessazione capestro ?

Intanto è stato chiesto il ritiro o quanto meno la sospensione della delibera che obbliga ogni cittadino a pagare 14,57 euro in più, richiesta questa niente affatto rigettata da Di Maria che anzi si è riservato di rispondere, dopo aver convocato i suoi tecnici, nelle prossime 48 ore.

Aria pesante comunque alla Rocca con la platea di primi cittadini che, dopo aver ascoltato l’intervento del Presidente della Provincia, ha più volte “ringhiato” contro Carmine Agostinelli, sindaco di San Bartolomeo in Galdo ma ancor più Amministratore Unico della Samte, e contro Antonio Pio Morcone, anche lui in doppia veste di Sindaco di Castelfranco in Miscano  e advisor legale della stessa Samte. Chissà, ha detto qualcuno a denti stretti, cosa penserebbero i cittadini dei due centri del fortore, dopo aver ascoltato le ragioni del duo Agostinelli-Morcone.

Ad ogni modo tutti, chiaramente fatta eccezione dei due rappresentanti Samte, sono fermamente convinti di non voler pagare anzi, occorre far fronte comune, ha detto Mastella, per far riconoscere dal Governo e dalla Regione i costi di gestione post mortem della discarica per il principio di solidarietà che finora solo il Sannio ha rispettato, in modo da recuperare i 4 milioni occorrenti.

 

 

Tags:

             

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio