lunedì 22 luglio 2019 Crisi Rifiuti come uscire dall’emergenza? Mastella:”non possiamo penalizzare i nostri cittadini” | infosannionews.it lunedì 22 luglio 2019
In evidenza
Il Sindaco di Pietrelcina formula il proprio augurio al neo Rettore Canfora

Il Sindaco di Pietrelcina formula il proprio augurio al neo Rettore Canfora

La dichiarazione del sindaco Domenico Masone. “L’elezione del nuovo rettore dell’università ...

Ruggiero : “Il Comitato dei Sindaci, piuttosto quello dei morosi…”

Ruggiero : Il Comitato dei Sindaci, piuttosto quello dei morosi…

Il Comitato di sindaci voluto da Clemente Mastella per lo ...

Benevento. Si sono uniti in matrimonio Thomas Rungi ed Emilia Paga. A loro tanta felicità!

Nella splendida Basilica di San Bartolomeo Apostolo in Benevento si ...

Uil, Cgil, Cisl e Confindustria. Documento congiunto sulla predisposizione Accordo Partenariato 2021-2027

Uil, Cgil, Cisl e Confindustria. Documento congiunto sulla predisposizione Accordo Partenariato 2021-2027

La Uil Avellino/Benevento rende noto che, nell’ambito dei tavoli previsti ...

Isidea : “Progetti sotto il Noce”

Isidea : Progetti sotto il Noce

"Ultimamente proliferano in città iniziative sulle streghe, parallele e non ...

Gemellaggio Ozegna (To) con Ginestra degli Schiavoni

Nella Sala Consiliare della Rocca dei Rettori, sede della Provincia ...

Crisi Rifiuti come uscire dall’emergenza? Mastella:”non possiamo penalizzare i nostri cittadini”

11/07/2019
By

Ormai la crisi rifiuti è diventata una vera questione emergenziale, è quanto è stato evidenziato durante una riunione che si è svolta questa mattina a Palazzo Mosti. Su invito del sindaco di Benevento Clemente Mastella 30 sindaci hanno preso parte all’incontro per affrontare la vicenda relativa alla gestione rifiuti  in previsione dell’Assemblea dei sindaci programmata per domani mattina alle 10,00 alla Rocca dei Rettori. L’azione messa in campo sarà quella di istituire  un Comitato di Sindaci che sarà chiamato a gestire nell’immediatezza una trattativa con il Governo e con la Regione Campania per far sì che si assumano le proprie responsabilità.

A decretare l’imminente catasrofe vi sono molte cause, mancano alcuni milioni di euro per pagare i dipendenti della Samte, raccogliere il percolato nelle discariche post-mortem piene di rifiuti provenienti da Napoli e province, smaltire l’indifferenziata, non vi sono gli impianti di lavorazione dopo l’incendio dello Stir di Casalduni.Anche il Governo ha le sue responsabilità, infatti sono ben 19 i milioni di ristoro ambientale per la presenza di discariche post-mortem promessi, ma mai pervenuti nel Sannio. Da questi due enormi buchi di bilancio che si origina la crisi di rifiuti nel Sannio.

La Samte Società costituita dalla Provincia (per obbligo di Legge) nel 2009, ha proposto un aggravio di circa 30 euro a famiglia, oltre la tassa già molto elevata, la Provincia ha fatto sua la proposta sebbene a malincuore, poichè ha ribadito Di Maria “siamo già in crisi fra qualche giorno non sarà più possibile raccogliere l’umido”,  ma i sindaci non sono daccordo  a inviare ai cittadini una bolletta ancora più elevata.

La decisione assunta dal Presidente Di Maria è di carattere ragioneristico, ma i sindaci non sono daccordo e neanche Mastella che ha  ricordato: “Io ho chiesto al Presidente della Regione di riunire i sindaci dei comuni capoluogo e gli altri per vedere come fare per uscire da questa emergenza. Oramai l’emergenza rifiuti c’è e bisogna riconoscerlo come nel periodo quando c’era Bassolino. Quindi prima che arrivi la buiana prepariamoci. Io lo sto dicendo da mesi e fanno finta di nulla e c’è la respondabilità degli amministratori comunali che poveretti da soli non ce la fanno.

Non possiamo penalizzare i nostri cittadini facendo pagare una cosa come i rifiuti in una maniera secondo me indebita, 14,57 euro a cittadino significa che la città di Benevento si deve svenare di un milione di euro. Non abbiamo i soldi e quindi significa che dobbiamo farli pagare ai cittadini e di questo mi rifiuto.

Per altro operazioni di responsabilità da intentare, e questo non è stato mai fatto dalle amministrazioni precedenti, al Presidente del Consiglio per il post mortem che non ci è stato dato a ristoro per quanto riguarda la perequazione che la campania dovrebbe fare rispetto a province che sono state solidali come Benevento e Caserta ma i soldi di questa solidarietà non li ho mai avuti.

Tutti hanno sversato su Benevento diventando un ricettacolo comune ed in questo caso qua non ci hanno dato la remunerazione necessaria. Se avessimo questi soldi risolveremmo i problemi della Samte ed avremmo la possibilità di muoverci in maniera seria”

 

Tags:

             

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio