sabato 18 gennaio 2020 Nel borgo medievale di Castelvenere – Camaiola in scena: arte, vino e bellezza. | infosannionews.it sabato 18 gennaio 2020
In evidenza

Tragico incidente sulla SS.90 bis. Scontro frontale tra due vetture muore una donna.

Traffico in tilt questo pomeriggio, per via di un incidente ...

La dieta mediterranea è la più sana che ci sia per il terzo anno di fila.

Le diete vanno e vengono e hanno il loro tempo ...

Airola, il dottore Giuseppe Iadevaia designato Vicesegretario comunale

Airola, il dottore Giuseppe Iadevaia designato Vicesegretario comunale

Giuseppe Iadevaia è stato designato vicesegretario del Comune di Airola. ...

Incentivi all’avvio di impresa. Lunedì Workshop a Ginestra degli Schiavoni

Incentivi all'avvio di impresa. Lunedì Workshop a Ginestra degli Schiavoni

Presentazione della misura 6.2.1 del GAL Taburno – Fortore presso ...

Nel borgo medievale di Castelvenere – Camaiola in scena: arte, vino e bellezza.

27/06/2019
By

Proseguono le attività di promozione e valorizzazione del territorio del piccolo borgo sannita, che tra le sue peculiarità ha quella di essere il “Comune più vitato del Sud”.

Anche il prossimo fine settimana, dunque, sarà all’insegna di performances artistiche, percorsi sensoriali e degustazioni, con l’evento “Camaiola in scena, effervescenze nel borgo medievale”, che coniuga arte, musica, vino e gastronomia locale nel cuore storico di Castelvenere.

Sabato 29 giugno alle 19.00 ci sarà la presentazione dell’archivio fluido “Lo scenario della camaiola”, allestito all’interno della torre Angioina. Si tratta di una prima sezione di biblioteca virtuale dedicata alla storia e alla diffusione del vitigno storico autoctono e allo studio del “paesaggio della camaiola”, con la mappatura di tutti quegli elementi che caratterizzano il territorio agricolo castelvenerese: i suoli tufacei, i sistemi di allevamento della vite così come si sono succeduti nel tempo, gli elementi architettonici fortemente caratterizzanti, quali le cantine tufacee (anche quelle fuori dal centro storico) e le cosiddette “caselle”, esempio di architettura rurale unico nel suo genere. In questo modo si riuscirà a rendere fruibile, come una sorta di archivio fluido, tutte le caratteristiche peculiari del paesaggio, promuovendo pratiche di riscoperta e cura del patrimonio storico del centro urbano e la promozione di nuove immagini del territorio.

Alle 20.30 “La luce della camaiola”: le cantine tufacee del centro storico illuminate per l’occasione, si mostreranno in tutta la loro unicità e straordinaria bellezza, permettendo di riportare alla luce la storia degli antichi mestieri di artigianato locale, a cominciare dalla perduta arte dei bottari e degli scalpellini.

Contemporaneamente nel Teatro comunale all’aperto avrà luogo il Concorso Enologico Internazionale “Città del Vino 2019”. A seguire, degustazione della Scarpella di Castelvenere, piatto dalle antiche origini longobarde, servita in abbinamento al rosso camaiola. Mentre, in chiusura, il concerto a cura di Artist Academy, proporrà una selezione musicale con “le note della camaiola”.

Domenica 30 giugno la manifestazione proseguirà in Piazza San Barbato, con la Festa dello Sport alle 15; l’arrivo di Bicincittà previsto per le 19.30; Music Art & Sound in concerto a chiusura di serata.

La manifestazione rientra nel progetto ‘Cantine al Borgo – Luoghi e protagonisti del risorgere del vitigno camaiola’, promosso dal Comune di Castelvenere e cofinanziato dal POC Campania 2014 – 2020 ‘Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e la cultura’.

Tags: , ,

             

Il Campionato del Benevento Calcio

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Atelier Pantheon

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio