lunedì 22 luglio 2019 La Uil sulla Commissione paritetica su CCNL funzioni locali. | infosannionews.it lunedì 22 luglio 2019
In evidenza
Il Sindaco di Pietrelcina formula il proprio augurio al neo Rettore Canfora

Il Sindaco di Pietrelcina formula il proprio augurio al neo Rettore Canfora

La dichiarazione del sindaco Domenico Masone. “L’elezione del nuovo rettore dell’università ...

Ruggiero : “Il Comitato dei Sindaci, piuttosto quello dei morosi…”

Ruggiero : Il Comitato dei Sindaci, piuttosto quello dei morosi…

Il Comitato di sindaci voluto da Clemente Mastella per lo ...

Benevento. Si sono uniti in matrimonio Thomas Rungi ed Emilia Paga. A loro tanta felicità!

Nella splendida Basilica di San Bartolomeo Apostolo in Benevento si ...

Uil, Cgil, Cisl e Confindustria. Documento congiunto sulla predisposizione Accordo Partenariato 2021-2027

Uil, Cgil, Cisl e Confindustria. Documento congiunto sulla predisposizione Accordo Partenariato 2021-2027

La Uil Avellino/Benevento rende noto che, nell’ambito dei tavoli previsti ...

Isidea : “Progetti sotto il Noce”

Isidea : Progetti sotto il Noce

"Ultimamente proliferano in città iniziative sulle streghe, parallele e non ...

Gemellaggio Ozegna (To) con Ginestra degli Schiavoni

Nella Sala Consiliare della Rocca dei Rettori, sede della Provincia ...

La Uil sulla Commissione paritetica su CCNL funzioni locali.

21/06/2019
By

La Uil Avellino/Benevento rende noto che, nei giorni scorsi, si è riunita, presso la sede dell’Aran, la Commissione Paritetica, di cui all’art. 11 del CCNL Funzioni Locali del 21/05/2018, alla presenza delle Organizzazioni sindacali firmatarie dell’accordo, dei rappresentanti dell’Aran e del Comitato di Settore delle Funzioni Locali. Va detto in premessa che, al momento, la Commissione sta procedendo a rilento e, a nostro giudizio, è indispensabile procedere a una accelerazione dei lavori per dare sostanza e concretezza alla necessità di pervenire a un processo di innovazione del sistema di classificazione del personale e, quindi, di costruire un modello maggiormente idoneo a valorizzare le competenze professionali delle lavoratrici e dei lavoratori del settore e assicurare una migliore gestione dei processi lavorativi, alla luce del mutato quadro normativo e delle innumerevoli competenze trasferite al sistema delle Autonomie Locali. In questo scenario diventa indispensabile procedere a una verifica dei contenuti dei profili professionali in relazione ai nuovi modelli organizzativi, rivedendo le declaratorie di categoria. Nell’ambito dell’incontro, siamo partiti come UIL FPL, proprio da tali considerazioni, chiedendo con forza una maggiore concretezza da parte della controparte e, soprattutto, evidenziando la necessità che ogni questione affrontata non venga ridimensionata con la logica dei costi contrattuali. Siamo perfettamente consapevoli che, non tutto possa essere risolto all’interno dei lavori della Commissione, ma alcuni aspetti legati al reinquadramento del personale, ad alcune specificità professionali e al sistema di progressione di carriera possano, se condivisi con Aran e Comitato di Settore, divenire parte integrante dell’Atto di Indirizzo propedeutico al rinnovo del CCNL Funzioni Locali 2019-2021. Partendo da tale assunto, abbiamo sostenuto con forza tali considerazioni, definendo un percorso che porti allo svuotamento della cat. A e al reinquadramento del personale in cat. B, mantenendo comunque il doppio accesso in cat. B. In particolare, il personale da assumere tramite i Centri per l’Impiego col titolo della scuola dell’obbligo resterebbe inquadrato in categoria B; mentre il personale in possesso di un ulteriore titolo di studio o specializzazione di tipo professionale, dovrebbe essere assunto tramite pubblico concorso in categoria B3. Resta inteso che, unitariamente a CGIL e CISL, stiamo lavorando già sulle declaratorie per modificarle o integrarle, anche sulla base degli interventi legislativi o specifici regolamenti che, negli ultimi anni, hanno modificato le competenze svolte e i titoli di studio richiesti. Analogo ragionamento va fatto per le Categorie C e D, per le quali ci dovrebbe essere il riconoscimento di un livello evoluto quando – in virtù di specifiche disposizioni di legge o regolamenti, eventuali abilitazioni o integrazioni dei titoli di studio, esperienza professionale maturata e il possesso di permanenti livelli di responsabilità – si svolgano funzioni specialistiche e professionali. Basti pensare al personale del settore scolastico-educativo, al personale della Polizia Locale, ai professionisti legali e della comunicazione, al personale che rivesta la qualità di ufficiale di stato d’anagrafe, elettorale e di stato civile, e così via.

“Su questa roba – dichiara Fioravante Bosco, segretario generale aggiunto della Uil Avellino/Benevento – vi è un impegno concreto da parte della nostra organizzazione a fornire, da subito, proposte concrete per uscire dall’impasse dei lavori della Commissione”.

Tags:

             

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio