domenica 16 giugno 2019 Estorsione Continuata: ordinanza di custodia cautelare in carcere per un 52enne beneventano. | infosannionews.it domenica 16 giugno 2019
In evidenza
La consigliera pentastellata di San Giorgio e l’acqua pubblica, tutto un bluff!

La consigliera pentastellata di San Giorgio e l'acqua pubblica, tutto un bluff!

E' quanto scrive Elvira Santaniello, cittadina attiva Meetup Amici di ...

S(T)UONI 7.0. Peppe Barra in concerto nel borgo di Castelpoto

Grande successo per la prima e seconda giornata di S(T)UONI ...

Pago Veiano. Ex edificio scolastico: al via i lavori

Pago Veiano. Ex edificio scolastico: al via i lavori

Per la storica struttura di via San Salvatore pronti 3.453.526,69. ...

Riverberi-Appia in Jazz. Domani si chiude con il recupero della tappa di Forchia

Ultimo e decisivo atto per l’edizione 2019 di “Riverberi - ...

Isidea propone l’avvio dell’operazione gemellaggi

Isidea propone l’avvio dell’operazione gemellaggi

La conferenza stampa del 14 giugno scorso tenuta dal Presidente ...

Estorsione Continuata: ordinanza di custodia cautelare in carcere per un 52enne beneventano.

21/05/2019
By

L’uomo spacciandosi per appartenente alle Forze dell’Ordine, aveva avvicinato e fotografato diversi clienti di donne dedite al meretricio nella zona della stazione Ferroviaria di Benevento, facendosi poi consegnare somme di denaro, sotto  minaccia.

Nella mattinata odierna la Squadra Mobile della Questura di Benevento ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari, su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento, nei confronti di un cinquantaduenne beneventano con precedenti penali, ritenuto responsabile dei reati di estorsione continuata e falsità materiale commessa da privato.
Nei mesi scorsi, l’uomo, spacciandosi per appartenente alle Forze dell’Ordine, aveva avvicinato e fotografato diversi clienti di donne dedite al meretricio nella zona della stazione Ferroviaria di Benevento, facendosi poi consegnare somme di denaro, sotto la minaccia di divulgare le loro immagini, facendole anche arrivare ai rispettivi familiari.
In uno degli episodi a lui contestati, l’indagato, per rendere maggiormente credibile il suo status di appartenente alla Polizia di Stato, aveva redatto un falso verbale recante l’intestazione della Questura di Benevento, con indicazione dell’esoso ammontare che l’ignara vittima avrebbe dovuto pagare in alternativa all’elargizione diretta della somma da lui richiesta.
Gli uomini della Squadra Mobile di Benevento, su delega della Procura della Repubblica, attraverso un laborioso lavoro di analisi dei dati dello smartphone a lui sequestrato nel corso di un precedente arresto in flagranza, avevano identificato diversi clienti ricattati dell’uomo, che hanno poi confermato, in sede di escussione, le minacce estorsive di cui erano stati vittime.

Tags:

             

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio