mercoledì 12 Agosto 2020 Uil: Approvato il primo decreto End of Waste | infosannionews.it mercoledì 12 Agosto 2020
Smooth Slider

L'ozono, l'inquinante critico in estate. I dati SNPA per il 2019 e per l’estate 2020

Nel 2019, a livello nazionale, l’obiettivo a lungo termine per ...

Scontro sulla Telesina, coinvolte più auto in un tamponamento.Un ferito in codice rosso

Scontro sulla Telesina, coinvolte più auto in un tamponamento.Un ferito in codice rosso

Quattro auto sono entrate in collisione questo pomeriggio lungo la ...

Fatebenefratelli.Il 13 Agosto si terrà il quarto incontro per le Malattie Cutanee

“Esposizione al sole tra Effetti Nocivi e Benefici Terapeutici. Quale ...

“Chi è di scena stasera?” chiude con il cuntista Massimo Andrei e il comico di Made in Sud Vincenzo De Lucia

“Chi è di scena stasera?”, successo per la chiusura.La narrazione ...

Pietrelcina.Rinviato il tradizionale cammino a piedi del 10 agosto per Benevento

Prima messa di Padre Pio: quest’anno ricorre il 110° anniversario.Il ...

Uil: Approvato il primo decreto End of Waste

20/05/2019
By

La Uil Avellino/Benevento comunica che nei giorni scorsi è stato approvato il primo decreto End of Waste (letteralmente fine dei rifiuti) per il riciclo dei prodotti assorbenti della persona come i pannolini (Pap), che permetterà di creare nuovi posti di lavoro, riducendo il problema dello smaltimento dei rifiuti e recuperando ben 900mila tonnellate di rifiuti l’anno.

È un passo sicuramente importante – commenta Fioravante Bosco (Uil Av/Bn) – ma il governo Conte deve impegnarsi di più su questa tematica perché serve un piano e una strategia nazionale sull’economia circolare, con una regolazione chiara e completa sull’End of Waste, che permetta ai numerosi progetti industriali in attesa di autorizzazione di partire. Occorre approvare nell’immediato i numerosi decreti che riguardano il recupero dei pneumatici, carta e cartone, plastiche miste e rifiuti da costruzione e demolizione, che permetterebbero di far decollare l’economia circolare nel nostro Paese. Crediamo – conclude il sindacalista – in un futuro sostenibile che coniughi posti di lavoro e tutela ambientale affinché gli impatti generati dal consumo di risorse e dai rifiuti possano essere mitigati con la promozione dell’economia circolare per rilanciare l’economia e l’occupazione.

Tags: