domenica 5 Luglio 2020 Amorosi: donna arrestata dalla Polizia di Stato dopo aver incendiato parti della propria abitazione | infosannionews.it domenica 5 Luglio 2020
Smooth Slider
Pesco Sannita.Al via un eco – compattatore sul territorio comunale

Pesco Sannita.Al via un eco – compattatore sul territorio comunale

I cittadini potranno utilizzare gli eco- punti per uno sconto ...

Covid – 19 Al San Pio processati 33 tamponi

Covid - 19 Al San Pio processati 33 tamponi

Covid-19: aggiornamento tamponi processati il 4 Luglio 2020.Si comunica che ...

Pietrelcina.“Una Voce per Padre Pio” trasloca a Roma

Pietrelcina.“Una Voce per Padre Pio” trasloca a Roma

Il prossimo 11 luglio 2020 alle ore 21 dagli studi ...

Noi Campani, Mastella: completate le nomine dei segretari e presidenti provinciali

Noi Campani, Mastella: completate le nomine dei segretari e presidenti provinciali

Il leader di Noi Campani, Clemente Mastella, ha completato le ...

Biodigestore, Carpinone Scelta assolutamente inopportuna

"Ancora una volta ci si discosta da quello che dovrebbe ...

Diga Campolattaro, Maglione: “Entusiamo da propaganda elettorale, siamo attenti all’obiettivo”

"Ieri ho avuto modo di visitare l’invaso di Campolattaro al ...

Amorosi: donna arrestata dalla Polizia di Stato dopo aver incendiato parti della propria abitazione

19/05/2019
By

Una donna residente al Amorosi da circa un mese segnalava di essere vittima di intimidazioni, incendi e minacce di ogni sorta da parte di soggetti non meglio identificati.

In particolare più volte la predetta si era rivolta alle Autorità per denunziare tali episodi che, a suo dire, erano rivolti contro di lei ed i suoi familiari.

Per questo gli uomini del Commissariato di Telese Terme e della Squadra Mobile di Benevento hanno avviato serrate e meticolose indagini volte ad identificare le persone coinvolte.

Nell’ambito delle predette attività, eseguite anche con supporti tecnici, veniva documentato che per ben due volte era stata la stessa donna ad incendiare suppellettili presenti nelle pertinenze della propria abitazione.

In particolare, nel secondo e più grave episodio, avvenuto nella nottata del 18 maggio gli agenti operanti notavano la donna in questione che, nel cuore della notte, appiccava il fuoco ad un indumento steso ad asciugare nel cortile di fronte all’abitazione.

Subito dopo rientrava all’interno incurante delle conseguenze che la sua condotta avrebbe potuto causare.

Ed in effetti, l’incendio si propagava rapidamente ad altri oggetti vicini, divampando con fiamme alte ed insistenti, mettendo a rischio la pubblica incolumità di tutti coloro che, ignari, in quel momento riposavano nelle proprie abitazioni. Solo dopo oltre 90 minuti le fiamme cessavano di ardere.

Pertanto, sussistendo gravi indizi di colpevolezza a carico della citata donna, la stessa veniva sottoposta a fermo di Polizia Giudiziaria e condotta in una struttura sanitaria del beneventano a disposizione della competente A.G.

Tags: