domenica 26 maggio 2019 Custodia in carcere per un 26enne di Pannarano | infosannionews.it domenica 26 maggio 2019
In evidenza
Celebrazione del 90° Anniversario della Professione del Geometra

Celebrazione del 90° Anniversario della Professione del Geometra

"In occasione delle celebrazioni del novantesimo anniversario della data di ...

Ricostruzione scuole Nicola Sala e Torre. Farese : “L’amministrazione condivida il progetto con residenti e commercianti”

Ricostruzione scuole Nicola Sala e Torre. Farese : L'amministrazione condivida il progetto con residenti e commercianti

  "L'Amministrazione comunale, insieme ai dirigenti scolastici, convochi un incontro pubblico ...

Paleodays 2019. La soddisfazione di Gennaro Santamaria.

Paleodays 2019. La soddisfazione di Gennaro Santamaria.

Si è chiuso ieri con successo a Benevento il “Paleodays ...

dig

Il Benevento fa karakiri e sfuma il sogno della serie A. Benevento 0 Cittadella 3

Squadra senza mordente e con la testa altrove. Malgrado le ...

Progetto Orchestra Mediterranea venerdì 31 Maggio la Presentazione presso la Rocca dei Rettori

La provincia dei frati minori del Sannio e dell’Irpinia, insieme ...

Nasce la F.a.t. (Farm Animal Trade):compravendita di principali specie di animali d’allevamento.

Un’idea originale di un gruppo di studenti dell’Istituto tecnico “Bosco ...

Custodia in carcere per un 26enne di Pannarano

16/05/2019
By

L’uomo è gravemente indiziato di  maltrattamenti in famiglia, estorsione e lesioni personali aggravate.

A seguito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Benevento, i Carabinieri della Compagnia di Montesarchio (BN) hanno dato esecuzione a un ordinanza, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Benevento, di applicazione di misura cautelare della custodia in carcere a carico di un pregiudicato 26enne di Pannarano (BN) in quanto gravemente indiziato dei reati di maltrattamenti in famiglia, estorsione e lesioni personali aggravate.
La misura coercitiva scaturisce dall’attività posta in essere dai militari della Stazione CC di Montesarchio che acquisivano univoci elementi di colpevolezza nei confronti dell’indagato il quale, dal mese di settembre 2018, con condotta perdurante, aveva maltrattato la madre convivente sottoponendola ad una serie di sofferenze fisiche e morali, consistenti in continue minacce, offese ed aggressioni. Inoltre lo stesso, mediante minacce e violenze, commesse anche con arma da taglio, costringeva la madre a consegnargli una somma di denaro, destinata al consumo di sostanze stupefacenti ed alcolici, oltre a monili in oro e carta Postepay e la sorella a consegnargli un tablet. Si accertava anche che, in una occasione, nel febbraio del 2019, il reo, durante un episodio culminante di maltrattamenti, aveva cagionato alla madre lesioni personali guaribili in giorni 3, mettendole le mani alla gola, strattonandola per il braccio destro, sbattendola sul divano e colpendola con calci alle gambe.
Il G.I.P., condividendo la valutazione prospettata dal P.M., ha ritenuto sussistenti le esigenze cautelari per la sottoposizione del prevenuto alla custodia in carcere.
Il soggetto, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Benevento a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Tags:

             

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio