sabato 27 Novembre 2021 Tetracloroetilene, “i pozzi restano aperti perchè l’acqua è potabilissima”.Decisione unanime in Prefettura. | infosannionews.it sabato 27 Novembre 2021
Smooth Slider
Un nuovo decesso per Covid al “San Pio”

Un nuovo decesso per Covid al San Pio

Ancora un decesso per Covid al "San Pio". A perdere ...

Il papà di Eataly a Unisannio per l'inaugurazione dell'anno accademico

Oscar Farinetti parteciperà alla cerimonia in programma il 28 gennaioOscar ...

Confindustria e Asl in Tandem per la Prevenzione Oncologica

Oltre 70 gli screening effettuati a limatola con il supporto ...

Noi Campani all’on.Umberto Del Basso De Caro: “Non accettiamo lezioni da chicchessia”

Noi Campani all'on.Umberto Del Basso De Caro: Non accettiamo lezioni da chicchessia

“Prendiamo atto delle affermazioni dell’onorevole Umberto Del Basso De Caro, ...

Stampa articolo Stampa articolo

Tetracloroetilene, “i pozzi restano aperti perchè l’acqua è potabilissima”.Decisione unanime in Prefettura.

13/05/2019
By

Benevento -“Nessuna chiusura dei pozzi”. “L’acqua è potabilissima e si può bere” – ha dichiarato il sindaco di Benevento Clemente Mastella – “Non ci sono problemi,  allarme ingiustificato  in quanto se Arpac e Ge.Se.Sa. dicono che è potabile, io non posso affatto oppormi”. Un dato che è emerso in maniera unanime e in presenza del Prefetto di Benevento Cappetta in seguito alla riunione di questo pomeriggio in Prefettura per chiarire la questione del tetracloroetilene nei pozzi di Campo Mazzoni e Pezza Piana.

“C’è stata segnalata una presenza – ha aggiunto il primo cittadino – e noi abbiamo già attivato gli strumenti necessari per una indagine, per capire da dove sta venendo questo tetracloroetilene e se è possibile eliminarlo. Si tratta di un problema storico, che non spunta all’improvviso e nonostante ciò stiamo cercando di risolverlo. Se l’Asl dice che l’acqua è potabile, io non posso fare diversamente –  ha spiegato Mastella –  evidenziando che la decisione di chiudere non spetta solo al Comune, ultimo anello della catena. Fino a quando questi pozzi daranno acqua potabile, noi difenderemo le nostre acque, perché in caso di siccità e se il Molise chiude i rubinetti noi restiamo  a secco e non possiamo permettercelo. Se avessi chiuso oggi avrei fatto danno a neonati, anziani ed ospedali”.

“La potabilità è cosa diversa, il massimo limite è il valore 10 e noi siamo entro i limiti. L’allarmismo va denunciato”.

Sulla questione dei pozzi, questa mattinata c’era stata una prima riunione a Palazzo Mosti e poi la comunicazione dell’Ufficio Ecologia della Regione Campania che aveva inviato una lettera al sindaco per segnalare la necessità di chiudere, in via cautelare, i pozzi contaminati per la presenza del tetracloroetilene. Una richiesta che è rientrata dopo il tavolo al Palazzo del Governo.

 

 

Tags: