lunedì 20 maggio 2019 Con lo Spezia Bucchi vuole rivedere in campo il “suo” Benevento | infosannionews.it lunedì 20 maggio 2019
In evidenza

Benevento. Polizia Stradale: Repressione “stragi del sabato sera”

Prosegue incessante l’attività di contrasto alla guida in condizioni psicofisiche ...

Popolari per l'Italia. Martedi 21 Maggio la presentazione dei candidati sanniti.

Martedi 21 maggio 2019, alle ore 18.30, presso l’Hotel Italiano, ...

Comizi Elettorali Europee. Queste le zone dove è possibile

Comizi Elettorali Europee. Queste le zone dove è possibile

Lo ha stabilito il Sindaco Clemente Mastella con una apposita ...

“Faber: dietro i testi di Fabrizio De Andrè” approda nel Fortore

“Faber: dietro i testi di Fabrizio De Andrè” approda nel Fortore

Lunedi 20 maggio 2019, alle ore 17.30, presso il museo ...

Assemblea diocesana Ac a Civitella Licinio

L’assistente unitario don Pino Di Santo e il responsabile della ...

Con lo Spezia Bucchi vuole rivedere in campo il “suo” Benevento

15/03/2019
By

Vigilia di un match importante per il cammino del Benevento in serie B.

Quella con lo Spezia e’ diventata la partita “verità” se non proprio l’ultima spiaggia per restare agganciati al trenino di quelle che sperano in una promozione diretta.

Bucchi a dispetto della trascorsa settimana tormentata si presenta in sala stampa sorridente ed incalzato dai giornalisti ha chiarito che a Cremona quando dopo la partita ha detto che aveva rivisto la sua squadra, si riferiva all’atteggiamento e non al gioco.

Con lo Spezia però, squadra sbarazzina che verra’ qui senza patemi d’animo, il mister si aspetta di rivedere il suo Benevento quello che fa gioco e porta a casa punti.  La continuita’ e’ fondamentale anche se ora si e’ persa e quindi occorre riprenderla subito perche’ sono tutte finali quelle che da oggi alla fine del campionato aspettano i giallorossi. Quindi si guardera’ a cio’ che avviene in settimana per capire chi e’ piu’ forma e chi meno.

Il reparto dove si sono fatti piu’ cambiamenti e’ stato il centrocampo per infortuni, squalifiche e altre situazioni e finche’ ha tirato bene non ci sono stati problemi ha argomentato il mister. Poi ci sono partite dove le scelte non danno ragione a chi le fa ma lo si capisce dopo la partita. Bisogna però portare avanti un discorso con serieta’ ed equilibrio senza farci trascinare in basso o in alto.

In un campionato puo’ capitare di sbagliare,  se poi si gioca su un campo impossibile,  è difficile  giocare con gli avversari tra l’altro tutti dietro. L’unico errore e’ stato prendere gol senza che la Cremonese avesse fatto nulla. Bisogna quindi combattere sempre con il coltello tra i detti e non come abbiamo fatto a Livorno dove siamo partiti bene e poi alla prima difficolta’ siano diventati molli. Questo e’ quello che non voglio vedere.

Occorre pero’ avere tanto equilibrio ed avere le idee chiare senza andare appresso al risultato del momento. Siamo a 3 punti dalla serie A diretta dopo tante partite non credo sia un brutto cammino.

I nostri giocatori spesso entrano in campo con le caviglie gonfie, infiltrazioni e altri problemi ma non si sono mai lamentati e ne lo hanno fatto presente in sala stampa.

Sul capitolo infortunati Bucchi ha detto che Caldirola, che era quello che preoccupava di piu’,  ora sta meglio e si valutera’ domani su un suo possibile impiego. Tuia invece ha un risentimento muscolare da valutare dopo Spezia mentre Costa e’ riuscito a lavorare in questa settimana e quindi non ci sara’ domani ma e’ recuperato.

Viola a Cremona ha giocato perche’ si e’ allenato bene ed e’ pronto.  Li occorreva qualcuno che tirasse fuori gli avversari chiusi in difesa e sapesse saltare l’uomo. Nel nostro gioco pero’ le due mezzale  devono accompagnare l’azione e  sono Bandinelli e Buonaiuto ad avere queste caratteristiche atteso che Crisetig davanti la difesa detta i tempi e sa cosa fare.

In una partita sono i dettagli che fanno la differenza è da ora i giocatori devono essere dei killer perche’ saranno tutti punti pesanti. Non saremo meravigliosi ma siamo li’ a giocarcela e  dobbiamo farlo.  Non devono essere quei sei secondi di Cremona a buttare all’aria 8 mesi di lavoro perche’ sono dei ragazzi stupendi, ha detto Bucchi.

Tags:

             

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio