lunedì 20 maggio 2019 Camera di Commercio. Assolti Coppola e Ianniello perchè “il fatto non costituisce reato” | infosannionews.it lunedì 20 maggio 2019
In evidenza

Benevento. Polizia Stradale: Repressione “stragi del sabato sera”

Prosegue incessante l’attività di contrasto alla guida in condizioni psicofisiche ...

Popolari per l'Italia. Martedi 21 Maggio la presentazione dei candidati sanniti.

Martedi 21 maggio 2019, alle ore 18.30, presso l’Hotel Italiano, ...

Comizi Elettorali Europee. Queste le zone dove è possibile

Comizi Elettorali Europee. Queste le zone dove è possibile

Lo ha stabilito il Sindaco Clemente Mastella con una apposita ...

“Faber: dietro i testi di Fabrizio De Andrè” approda nel Fortore

“Faber: dietro i testi di Fabrizio De Andrè” approda nel Fortore

Lunedi 20 maggio 2019, alle ore 17.30, presso il museo ...

Assemblea diocesana Ac a Civitella Licinio

L’assistente unitario don Pino Di Santo e il responsabile della ...

Camera di Commercio. Assolti Coppola e Ianniello perchè “il fatto non costituisce reato”

22/02/2019
By

Finisce così un incubo iniziato qualche anno fa.

Assoluzione. E’ la sentenza emessa nel pomeriggio dal Gup Gelsomina Palmieri , con rito abbreviato, relativamente alle accuse di peculato ed abuso di ufficio , a carico del segretario generale della Camera di Commercio di Benevento Vincenzo Coppola e del Responsabile del Settore Ragioneria Aldo Ianniello. La posizione di altre due persone sempre nella stessa indagine era stata già archiviata in precedenza.

Si ricorda che il pm Assunta Tillo aveva chiesto per i due imputati 2 anni e 8 mesi e gli avvocati della parte civile, Camera di Commercio e Confesercenti, anche il riarcimento danni ed una provvisionale. Tutto era nato da una somma, pari a 200.000 euro, percepita dal Coppola negli anni 2011-2015 che era per il segretario generale, legittima inquanto approvata dagli organi competenti camerali ed invece illegittima per gli inquirenti che avevano accusato così anche il Ianniello e altri due funzionari.

Il Gup invece con l’assoluzione di oggi “perchè il fatto non costituisce reato” ha sposato in pieno la tesi difensiva restituendo dignità ai due funzionari.

 

.

Tags:

             

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio