sabato 23 febbraio 2019 Defibrillatori in città. Anna Rita Russo, consigliere comunale, è stata l’anima di questa innovazione. | infosannionews.it sabato 23 febbraio 2019
In evidenza
Benevento. Domani  chiuse le scuole, il cimitero ed i parchi pubblici cittadini. No mercato Santa Colomba

Benevento. Domani chiuse le scuole, il cimitero ed i parchi pubblici cittadini. No mercato Santa Colomba

In arrivo il maltempo. Odinanza sindacale che prevede per domani scuole ...

Camera di Commercio. Assolti Coppola e Ianniello perchè “il fatto non costituisce reato”

Camera di Commercio. Assolti Coppola e Ianniello perchè il fatto non costituisce reato

Finisce così un incubo iniziato qualche anno fa. Assoluzione. E' la ...

Inquinamento dei pozzi da tetracloroetilene, Altrabenevento:“Gesesa pubblica esami di un ente non accreditato”

Inquinamento dei pozzi da tetracloroetilene, Altrabenevento:“Gesesa pubblica esami di un ente non accreditato”

Gabriele Corona Presidente di Altrabenevento, torna sulla vicenda del tetracloroetilene nei ...

Ospedale San Pio. Il sindaco Mastella risponde a Pizzuti.

Ospedale San Pio. Il sindaco Mastella risponde a Pizzuti.

“Al direttore del San Pio non ho nulla da replicare. ...

Criticità lavoratori San Pio.Pizzuti rassicura e annuncia il Progetto per un nuovo Pronto Soccorso.

Stamane vertice in Prefettura alla presenza del Prefetto Francesco Cappetta, ...

Per la Rassegna “Santa Sofia in Santa Sofia” Le Sonate a Quattro di Rossini.

Prosegue la terza edizione della rassegna “Santa Sofia in Santa ...

Defibrillatori in città. Anna Rita Russo, consigliere comunale, è stata l’anima di questa innovazione.

12/02/2019
By

Una delle fautrici di questo progetto “Benevento, Città Cardio Protetta”, come ha riferito questa mattina il Sindaco Clemente Mastella, è stata la consigliera comunale Anna Rita Russo, anche docente del Giannone.

A lei abbiamo rivolto alcune domande sull’argomento in questione. La presenza di defribillatori e, di conseguenza la possibilità di poterli usare in tempi brevi, è di fondamentale importanza e la Russo ci spiega il perchè : ” L’arresto cardiaco è una delle principali cause di morte, può colpire chiunque, in qualsiasi momento ed in qualsiasi luogo. Può essere combattuto se entro i primi dieci minuti si interviene attraverso la rianimazione cardiopolmonare e l’uso di un defibrillatore. Di qui la necessità di formare quante più persone in modo da metterle in grado di poter intervenire rapidamente per salvare delle vite”.

Come ti è venuta questa brillante idea che rappresenta una importantissima innovazione  a favore dei cittadini ? “L’iniziativa parte da una amara considerazione e cioè che le diverse sedi del Comune sono tutte sprovviste di un defribillatore salva vita, nonostante la normativa già da alcuni anni ne prevedeva il posizionamento, in particolar modo nei luoghi pubblici di maggior affluenza. Dopo un incontro con Angelo Iacoviello presidente della Misericordia di Benevento, mi sono fatta carico, come presidente della Commissione Istruzione del Comune di Benevento, di iniziare a raccogliere i fondi per l’acquisto di un defibrillatore da posizionare a Palazzo Mosti. A tal proposito voglio ringraziare tutti i componenti della Commissione che hanno prontamente aderito alla proposta, insieme ad alcuni Assessori ed al Sindaco che ha mostrato grande sensibilità per il problema per cui si è pensato poi ad un progetto più ampio, ovvero di far diventare la città di Benevento un luogo Cardio Protetto.”

Quindi da una tua iniziativa più ristretta e definita è nato questo progetto a più ampio respiro e che fa di Benevento una città all’avanguardia rispetto al problema ? ” Si sta mettendo in atto un vero programma di prevenzione e protezione dei cittadini. Saranno programmati corsi per formare persone in grado di praticare manovre di primo soccorso, incluse quelle antisoffocamento, il tutto in attesa dell’intervento del 118, che oggettivamente non riesce, non per loro colpa, a raggiungere  entro 10 minuti una persona colpita da arresto cardiaco. Nei luoghi pubblici più frequentati saranno posizionati defibrillatori semiautomatici, semplici e sicuri, e con essi gli accessori utili per la segnalazione. A breve partiranno iniziative per aumentare il numero dei donatori dei defibrillatori  e appena si avrà raggiunto un numero sufficiente di apparecchi, ne verranno dotate anche le contrade.”

Insomma è partita alla grande la macchina della solidarietà cardiaca, se così la si può definire, ma di sicuro è un segnale di civiltà e vicinanza ai cittadini, una delle vere essenze del Welfare.

 

Tags:

             

Ca.Ri. srl

Italia Service Servizi Finanziari s.r.l.

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio