sabato 24 agosto 2019 Pago Veiano. “Scavalco condiviso”: accordo tra i due comuni viciniori tramite apposita convenzione | infosannionews.it sabato 24 agosto 2019
In evidenza

Benevento, pista ciclopedonale. Podisti e ciclisti segnalano la totale assenza di fontane

La  pista ciclopedonale “Paesaggi Sanniti” in località Pantano di Benevento, ...

Pietrelcina. La scomparsa di Carmine Montella: la vicinanza dell’intero paese

Pietrelcina. La scomparsa di Carmine Montella: la vicinanza dell'intero paese

L'illustre studioso e scrittore lascia un vuoto incolmabile nella comunità ...

Pesco Sannita. Strada di collegamento centro urbano e i comuni di Pietrelcina e Benevento: pronti circa 2 milioni di euro

Pesco Sannita. Strada di collegamento centro urbano e i comuni di Pietrelcina e Benevento: pronti circa 2 milioni di euro

Una cifra considerevole ottenuta dall'amministrazione comunale che premia l'operato del ...

Angela Russo (Mderati). Dopo apertura Ponte Tibaldi, necessarie azioni per maggiore sicurezza Via Piccinatoa

  Il traffico intenso ha causato numerosi incidenti. Con riapertura delle ...

San Giorgio La Molara. Domenica 1° Settembre, II Festa della Transumanza

Domenica primo settembre si terrà la II Festa della Transumanza. ...

Permesso speciale per la sosta dei portatori di handicap

Permesso speciale per la sosta dei portatori di handicap

Il comune di Benevento comunica che, in occasione della 40^ ...

Pago Veiano. “Scavalco condiviso”: accordo tra i due comuni viciniori tramite apposita convenzione

27/01/2019
By

Si tratta del dipendente Michele Rosella da gennaio fino a giugno per un utilizzo a tempo parziale presso il comune di Paduli. De Ieso: “tra i due Enti vi è grande sinergia per conseguire una economica gestione delle risorse”

di Lino Santillo

La carenza di risorse finanziarie per tantissimi comuni, costringe le amministrazioni a richiedere personale a “scavalco condivo” ad altri enti viciniori. E’ il caso questa volta, dei comuni di Pago Veiano e Paduli. Due realtà limitrofe dove i due sindaci sono legati da un grande rapporto di stima, affetto e solidarietà, unitamente a tutti gli assessori e consiglieri comunali di ambedue le amministrazioni comunali. Per cui, lo stesso primo cittadino di Paduli Domenico Vessichelli nei giorni scorsi ha inviato una nota al collega Mauro De Ieso nella quale veniva richiesta la disponibilità per l’utilizzo a tempo parziale di personale dipendente ex 14 del contratto collettivo nazionale del lavoro del 22 gennaio 2004 cosiddetto “scavalco condiviso”, disciplina confermata nell’articolo 17 del vigente contratto collettivo di comparto.
“Lo scopo – dichiara il sindaco Mauro De Ieso – è quello di soddisfare la migliore realizzazione dei servizi istituzionali e di conseguire una economica gestione delle risorse, gli enti locali possono utilizzare, con il consenso dei lavoratori interessati, personale assegnato da altri enti cui si applica il contratto collettivo nazionale dei lavoratori per periodi predeterminati e per una parte del tempo di lavoro d’obbligo mediante convenzione e previo assenso dell’ente di appartenenza. La convenzione
definisce, tra l’altro, il tempo di lavoro in assegnazione, nel rispetto del vincolo dell’orario settimanale d’obbligo, la ripartizione degli oneri finanziari e tutti gli aspetti utili per regolare il corretto utilizzo del lavoratore. L’utilizzazione parziale, che non si configura come rapporto di lavoro a tempo parziale, è possibile anche per la gestione dei servizi in convenzione.
Il Comune di Pago Veiano e il Comune di Paduli, con il consenso del dipendente interessato, nello specifico Michele Rosella, hanno raggiunto l’intesa circa l’attivazione di una convenzione ex articolo 14 inerente il contratto nazionale collettivo dei lavoratori del 22 gennaio 2004 per l’utilizzazione, dal 15 gennaio 2019 fino al 30 settembre 2019 a tempo parziale (n. 6 ore settimanali) del responsabile del servizio tributi del nostro comune di Pago Veiano al fine di potenziare l’organico in servizio al Comune di Paduli e in relazione ai vantaggi economici e organizzativi che ne
Deriveranno. Gli uffici comunali – termina il sindaco Mauro De Ieso – hanno redatto apposito schema di convenzione per definire in ogni dettaglio tale adempimento di legge tra i due comuni. Nello specifico la prestazione resa dal lavoratore ex articolo 14 del contratto nazionale collettivo dei lavoratori del 22 gennaio 2004 si configura come “scavalco condiviso” e consiste nella prestazione a tempo parziale che il lavoratore svolge presso ciascuno degli enti cui è assegnato, sino al raggiungimento del limite di orario contrattualmente previsto.
Il suddetto istituto non perfeziona l’ipotesi di comando temporaneo, né un’assunzione
a tempo determinato, bensì si configura come uno strumento duttile di utilizzo plurimo e contemporaneo del dipendente pubblico, senza ulteriori costi per le amministrazioni beneficiarie rispetto all’espletamento del normale orario di lavoro con vincolo di esclusività. Di conseguenza, l’intento di tale adempimento è quello di potenziare l’organico dell’Ente di destinazione perseguendo i principi di economicità, efficacia, efficienza dell’azione amministrativa.
A tal proposito il comune di Paduli provvederà a riconoscere al Comune di Pago Veiano, Ente datore di lavoro del dipendente in convenzione, le spese previste come indicate nella convenzione sottoscritta dai sue sindaci.
La convenzione tende a soddisfare la necessità dell’Ente utilizzatore di realizzare, seppur in via temporanea, una migliore organizzazione e gestione delle attività del Servizio Finanziario.
L’orario di lavoro è così determinato:
– n° 30 ore settimanali presso il Comune di Pago Veiano; n° 6 ore settimanali presso il Comune di Paduli.
Al dipendente in convenzione si applicano le disposizioni inerenti la flessibilità dell’orario di lavoro previste dalla vigente normativa contrattuale, al fine di ottimizzarne l’impiego. Tutti gli atti inerenti alla gestione del rapporto di lavoro del dipendente, e il relativo trattamento giuridico ed economico, restano nella competenza esclusiva dell’Ente di provenienza, titolare del rapporto stesso, niente escluso.
Il dipendente mantiene la titolarità del posto attualmente ricoperto presso il comune di provenienza, con le connesse funzioni, prerogative e retribuzioni principali ed accessorie; al termine della convenzione a Michele Rosella saranno garantite dal comune di Pago Veiano le medesime condizioni economiche in essere prima della stipula della presente.
Qualora si verificassero diverse necessità le parti concordano la scadenza anticipata, senza necessità di ulteriori formalità, a semplice comunicazione dell’Ente utilizzatore o dell’Ente di provenienza, con indicazione della data dalla quale si intende risolta la convenzione, non inferiore a quindici giorni dalla comunicazione.
La revoca anticipata dell’utilizzazione del dipendente, rispetto al termine di scadenza convenzionale, potrà altresì essere disposta dalla Giunta comunale dell’Ente utilizzatore con atto motivato”.

Tags:

             

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio