mercoledì 21 agosto 2019 Cuore giallorosso, Coda risponde a Mancosu. Tra Lecce e Benevento è pareggio 1 a 1 | infosannionews.it mercoledì 21 agosto 2019
In evidenza
Il Premio Ugo Gregoretti nel 40esimo di “Benevento Città Spettacolo”sarà ideato dal Maestro Paladino

Il Premio Ugo Gregoretti nel 40esimo di Benevento Città Spettacolosarà ideato dal Maestro Paladino

Nel 40esimo anniversario, “Benevento Città Spettacolo” dedica un premio per ...

Pago Veiano. La comunità piange  Gianpietro De Ieso, uomo di grande umanità

Pago Veiano. La comunità piange Gianpietro De Ieso, uomo di grande umanità

Alla fine non ce l'ha fatto a sconfiggere il brutto ...

Domani la presentazione dello spettacolo Dance For Freedom in scena il 30 Agosto al Teatro Romano

Domani la Conferenza Stampa alle ore 11.30 a Palazzo Paolo ...

Continua la telenovella del parcheggio alle spalle dei distinti.

Probabilmente sarà ancora chiuso per la prima casalinga di campionato Fumata ...

Alla Colonia elioterapica di Benevento una piccola biblioteca gratuita per promuovere la lettura

Il presidente della cooperativa Bartololongo: ‘L’area a disposizione anche per ...

Fornitura dei Libri di testo: pubblicato l’avviso per l’erogazione tramite vouchers

Fornitura dei Libri di testo: pubblicato l’avviso per l’erogazione tramite vouchers

L’Assessore all’Istruzione ed alla Cultura, Rossella Del Prete, comunica che, ...

Cuore giallorosso, Coda risponde a Mancosu. Tra Lecce e Benevento è pareggio 1 a 1

19/01/2019
By

Non un eccellente Benevento quello visto al “Via del Mare” ma di sicuro indomito e con un gran cuore come lo vuole il suo allenatore Bucchi.

                                                                                     Il gol di Coda

Obiettivamente non era facile uscire indenni dal catino salentino e passate stagioni ci avevano insegnato che a volte li, dove non arriva la squadra di casa, arriva la provvidenza. Ed al 62° quando l’ex Mancosu ha infilato Montipò sono iniziati a veleggiare sul rettangolo verde i fantasmi di film già visti. Ma la ripresa del gioco e la caparbietà dei giocatori del Benevento di riportarsi subito in avanti per rimediare all’errore, purtroppo l’ennesimo, che aveva dato la possibilità al Lecce di andarsene in contropiede, li ha immediatamente spazzati e difatti, neanche 10 minuti dopo Coda, che fino a quel momento non era stato assolutamente impeccabile in avanti, si è ricordato di avere numeri di alta scuola ed a posto il suo sigillo sull’incontro che ha un valore enorme. Primo perchè il Benevento non esce sconfitto dal campo di una diretta concorrente e secondo perchè ora c’è la sosta forzata e si possono riprendere i discorsi, mercato e squadra, con più tranquillità.

Queste le formazioni in campo :

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Fiamozzi, Lucioni, Bovo, Calderoni; Scavone, Petriccione, Tachtsidis; Mancosu; Falco, La Mantia. A disp.: Bleve, Riccardi, Cosenza, Arrigoni, Lepore, Haye, Palombi, Marino, Meccariello, Pettinari, Tabanelli, Venuti, All.: Liverani

BENEVENTO (3-5-2): Montipò; Volta, Antei, Di Chiara; Letizia, Tello, Del Pinto, Bandinelli, Improta; Coda, Insigne. A disp.: Gori, Zagari, Tuia, Costa, Gyamfi, Goddard, Cuccurullo, Buonaiuto, Ricci, Asencio, Sanogo, Armenteros. All.: Bucchi

Subito in apertura di partita un brivido per i tifosi del Benevento. Mancosu dalla fascia sinistra scodella un buon pallone al centro dell’area del Benevento dove La Mantia brucia Volta e batte a rete con Montipo’ che respinge il tiro dell’avversario. Provano a rispondere i giallorossi al 6′ con Improta  che dà una palla al limite dell’area a Bandinelli ma la battuta del centrocampista e’ fuori dello specchio della porta. All’8′ l’ex Falco  lancia l’altro ex Mancosu’, per la verità nel Lecce ce ne sono diversi, ma la mezzapunta di casa non impensierisce Montipo’. Un fallo sul diretto avversario, La Mantia, costa a Volta il primo giallo della partita. Ci riprova il Lecce al 16′ con un cross ancora dalla sinistra sul quale un incerto e non preciso Letizia si fa anticipare sul secondo palo da Scavone  ma ci pensa ancora una volta Montipo’ a chiudere lo specchio della porta.Ancora un ammonito nelle file dei giallorossi ospiti. E’ Tello che si vede sventolare il giallo sotto il naso dall’arbitro Serra. Di nuovo il Lecce che ci prova al 23′ con Lucioni che opera un break su Coda e serve in profondità La Mantia che però spara alto e l’occasione sfuma. Ci prova di nuovo Bandinelli subito dopo ma la sua battuta e’ di nuovo alta. Tirano il fiato le due squadre che fino a questo punto non si sono risparmiate. Ci prova Coda a svegliare l’incontro  al 42′ con una sventola da fuori sulla quale deve volare Vigorito per evitare di capitolare. Si giunge cosi’ al 45′ quando l’arbitro concede un minuto di extratime prima di mandare le squadre negli spogliatoi.

                                                                   L’ex Lucioni tra Insigne e Coda

Ritornano in campo le squadre con i medesimi uomini della prima frazione. Il Lecce prova a farsi pericoloso subito con Falco che entra in area sulla fascia destra e batte a rete ma il difensore ci mette la punta della scarpa e devia in angolo. Attacca con impeto il Lecce e Calderoni serve Mancosu in area, questa volta sul lato sinistro ma la sua battuta sul primo palo finisce fuori.Insiste ancora il Lecce ma e’ un errore di Di Chiara che da il via all’azione del gol dei padroni di casa. Sbaglia il cambio di campo a centrocampo il difensore sannita al 62′, Mancosu  prende palla, s’invola, chiede triangolo lungo a Falco e si fa trovare puntuale in area beffando la difesa ed infilando Montipo’ in uscita. Lecce 1 Benevento 0. Il Benevento prova a reagire immediatamente e Letizia al 67′ fa partire un cross pericolosissimo che batte sulla parte superiore della traversa e finisce fuori con Vigorito che probabilmente nulla avrebbe potuto. Bucchi intanto al 68′ decide di mandare in campo Buonaiuto al posto di Del Pinto. Tre minuti dopo, al 71′,  il Benevento pareggia. Lancio in avanti dalla te quarti sannita con Lucioni che non e’ impeccabile nell’intervento, Insigne tocca di prima a lanciare Coda che malgrado l’opposizione del suo diretto avversario appena dentro l’area incrocia un fendente da sinistra verso destra infilando Vigorito che pure provava a chiudere lo specchio della porta. Lecce 1 Benevento 1. Falco non ci sta e prova a reagire al 73′ provando un tiro al volo su una palla vagante al limite dell’area ma la mira e’ sbagliata e finisce fuori dello specchio della porta. Liverani sostituisce Tachsidis, ancora a corto di preparazione al 76′ mandando in campo Haye. Primo ammonito nel Lecce al 79′. E’ Fiamozzi a finire nell’elenco dei cattivi per un fallo su Buonaiuto. Le due squadre  provano entrambe  a vincere la partita, il Benevento sostituendo all’80’ uno stanco Coda con Asencio ed all’87’ Insigne con Ricci mentre  il Lecce all’84’ sostituisce un altrettanto stanco La Mantia con Palombi. Da qui alla fine dell’incontro però c’e’ da segnalare solo un colpo di testa di Antei su punizione dalla trequarti, deviata da un difensore del Lecce probabilmente con un fianco anche se i giallorossi protestano per un fallo di mano. Per non sbagliarsi l’arbitro, che a diretto con un occhio di riguardo per i padroni di casa, non concede ne penalty, che probabilmente non c’era, ma neanche un corner, che invece c’era. Un ultima emozione, ma non in campo, al 93′ quando Liverani si fa espellere per proteste per una punizione accordata al Benevento per un fallo su Improta sulla linea laterale davanti la panchina dei padroni di casa. Finisce quindi sul risultato di parità 1 a 1 l’incontro di alta classifica giocatosi al “Via del Mare” della cittadina salentina.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags:

             

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio