giovedì 21 marzo 2019 Chiusura delle scuole, Partecipazione a 5 Stelle: perchè solo adesso è emergenza? | infosannionews.it giovedì 21 marzo 2019
In evidenza

Si è insediato nel pomeriggio il Consiglio Provinciale di Benevento eletto lo scorso 10 marzo.

Nel corso della seduta in Sala Consiliare della Rocca dei ...

Nasce l’associazione : “#iononmollo- Stop Cancer” con finalità Onlus.

Pago Veiano-  Artefice di tale iniziativa è Gianpietro De Ieso ...

Fiera di San Giuseppe,l’assessore Picucci: “Iniziativa Potenziata ed Ampliata”

Fiera di San Giuseppe,l'assessore Picucci: Iniziativa Potenziata ed Ampliata

  "Abbiamo deciso di potenziare ed ampliare la Fiera di San ...

Inaugurato l'anno Giudiziario del Tribunale Ecclesiastico.

La crisi delle famiglie affrontata con l'ausilio dei dati dell'Istat. ...

Chiusura delle scuole, Partecipazione a 5 Stelle: perchè solo adesso è emergenza?

14/01/2019
By

“Stavolta bisogna fare i complimenti al nostro sindaco perché con l’ordinanza sindacale per la chiusura delle scuole Silvio Pellico e Bosco Lucarelli ha preso atto della situazione dei plessi scolastici comunali, sia pure con colpevole ritardo.

Oggi ha indetto una conferenza stampa per spiegare i motivi della chiusura dei due plessi: ma il nostro sindaco dovrebbe spiegare nella stessa conferenza stampa diversi punti che ignora o fa finta di ignorare da più di due anni.
1) Ha chiuso le scuole nel settembre 2016, in pratica che cosa si è fatto in quell’occasione oltre a una pittata e ad un po’ di guaina sui terrazzi?
2) Perché ben conoscendo la problematica delle scuole non si è adoperato affinchè i SUOI DIRIGENTI partecipassero ai vari bandi succedutesi nel tempo per l’adeguamento sismico dei plessi comunali (e per l’antincendio?)
3) Perché ben conoscendo la legge del 2009 e la sentenza della Corte di Cassazione del 2018 ha ignorato la questione o quantomeno preso sottogamba arrivando adesso in una fase di emergenza? Aspettava forse che il Governo in carica prorogasse –come quelli precedenti- ancora una volta l’applicazione della legge? E se non fosse accaduto come è in realtà avvenuto cosa avrebbe fatto? Chiudere tutte le scuole cittadine? Non sarebbe stato meglio partecipare ai bandi, avere il finanziamento chiudere parzialmente una scuola per volta, adeguarla e passare alla successiva? In due anni poteva fare qualcosa no? O aspetta adesso di attaccare il 5 stelle (la Lega mai perché potrebbe essere di aiuto alle elezioni regionali) perché non gli hanno dato o non gli daranno i soldi per l’emergenza scuole?
4) Dando uno sguardo alla relazione del dirigente Perlingieri che accompagna l’ordinanza sindacale per la chiusura della Silvio Pellico e della Lucarelli non si capisce per quale motivo non siano stati presi analoghi provvedimenti di chiusura per altri edifici scolastici che hanno gli stessi parametri di vulnerabilità sismica . San Filippo : valori compresi tra 0.18/0.3 tempi di intervento <2 anni , URGENTE.

F. Torre : valore 0,33 tempo <2,1 anni si prevede demolizione e ricostruzione N.Sala : valori 0,33 tempo 2,1anni Ci sono elementi non verificati per carichi verticali al taglio. Da demolire e ricostruire
5) In virtù della possibilità che c’era, di dover chiudere le scuole, perché dare le Orsoline all’università e la Moscati alla Gesesa visto che erano due immobili comunali pronti per ospitare un certo numero di alunni?
L’incapacità amministrativa, e la mancanza di programmazione per i reali problemi della nostra città, vengono ancora una volta evidenziati dalla stessa persona che sta contribuendo a crearli: Clemente Mastella. Ma se il sindaco, ma è mai stato sindaco?, non ha la capacità, non ha voglia o non vuole farlo, perché non si dimette?

Tags:

             

Ca.Ri. srl

Italia Service Servizi Finanziari s.r.l.

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio