venerdì 24 maggio 2019 Al di la del risultato il Benevento è piaciuto. Inter 6 Benevento 2 | infosannionews.it venerdì 24 maggio 2019
In evidenza
Per il 132° Anniversario della Nascita di Padre Pio: arriva il treno storico.

Per il 132° Anniversario della Nascita di Padre Pio: arriva il treno storico.

Pietrelcina - Da Napoli a Pietrelcina il “Sannio Express”: arrivo ...

Pietrelcina: l’ufficio elettorale ha definito nei dettagli l’intera fase organizzativa

Pietrelcina: l’ufficio elettorale ha definito nei dettagli l’intera fase organizzativa

Tre le sezioni allestite nei locali della scuola media. Seggi ...

Paleodays 2019: Domani 25 maggio le conclusioni

Paleodays 2019. Legislazione, tutela e gestione dei beni paleontologici. Domani ...

Franco Roberti candidato Pd alle Europee, questa mattina a Benevento.

E' stato Raffaele Del Vecchio a fare da padrone di ...

Fridays For Future, alunni in corteo per accendere l'attenzione anche a Benevento sul clima e l'ambiente.

Sulla scia delle attività lanciate dalla svedese Greta Thunberg anche ...

Al di la del risultato il Benevento è piaciuto. Inter 6 Benevento 2

13/01/2019
By

Sembra un paradosso ma tutto sommato il Benevento non ha sfigurato, anzi, ha giocato ed ha messo in mostra un buon gioco.

                                                                                              Il gol di Insigne

 

Purtroppo la difesa è parsa ancora un pò lenta. Ricordiamo che era formata dal debuttante Tuia, che ha giocato molto bene ma che non aveva la durata e lo sprint nelle gambe, da Antei che si è disimpegnato bene ma anche lui non ancora al top dopo un anno di stop e da Di Chiara che non è proprio una cima, forse un pò poco contro gente come Icardi, Lautaro, Perisic e compagni.  La vera nota negativa però viene dalle realizzazioni. Si sbagliano troppi gol e Coda arriva troppo stanco all’appuntamento con la palla. Il gioco del salernitano è sfiancante  e ne paga poi in lucidità.

Queste le formazioni in campo:

INTER – (4-4-2): Padelli; Vrsaliko, Skriniar, Ranocchia, Dalbert; Candreva, Brozovic, Gagliardini, Perisic; Icardi, Lautaro. A disp. Handanovic, Berni, De Vrij, D’Ambrosio, Miranda, Asamoah, J.Mario, Vecino, Nainggolan, Politano, K. Balde, B.Valero. All. Luciano Spalletti.

BENEVENTO – (3-5-2): Montipò’; Tuia, Antei, Di Chiara; Letizia, Tello, Bandinelli, Buonaiuto, Improta; Coda, Insigne. A disp: Gori, Zagari, Billong, Maggio, Costa, Gyamfi, Sparandeo, Cuccurullo, Sanogo, Del Pinto, Ricci, Armenteros. All. Christian Bucchi

Arbitro : Giua A.

Palla al centro ed alla prima azione dei nerazzurri è subito rigore per l’Inter. Fallo di Antei su Candreva, dubbio, ed Icardi batte Montipò che per poco non  arriva sulla palla. Al 4° però per poco Tello non pareggia. Buonaiuo ruba palla a Vrsaliko mette al centro dove Tello anticipa Skriniar ma sulla sua battuta Padelli respinge ed il colombiano si trova davanti la palla e non riesce a ribadire in porta. Al 6° raddoppia l’Inter. Angolo per i nerazzurri con Icardi che di testa  colpisce il palo. Sulla ribattuta Candreva indovina il corridoio giusto e supera Montipò. Al 12° fallo di Vrsaliko su Insigne e viene ammonito il croato. Stessa sorte per Gagliardini al 18° che fa fallo da dietro su Improta.E’ poi lo stesso Improta al 22° che prova il tiro a giro dal vertice sinistro dell’area dell’Inter ma la palla  va di poco alta sulla traversa. Al 27° contropiede del Benevento con Coda che però sbaglia il passaggio non aprendo su Letizia libero sulla destra ma dando palla a sinistra su Insigne che viene anticipato dalla difesa nerazzurra. Break di Improta al 30°  sulla tre quarti dell’Inter con il giallorosso che allunga la falcata e prova il tiro dal limite ma Ranocchia rimpalla in angolo. Al 34° è Coda a sdradicare la palla dai piedi di un avversario,   da ad Improta in area che la rimette al centro, Coda non colpisce bene ed il suo tiro diventa un assist per Insigne che dal vertice piccolo dell’area prova la battuta a rete ma viene contratto miracolosamente in angolo. Al 38° azione prolungata dell’Inter con tiro dalla distanza di Candreva che viene parato senza problemi da Montipò. Al 41° ancora Benevento vicino al gol. E’ Insigne che se ne va sulla sinistra entra in area va quasi sul fondo e tira ma Padelli ci arriva e para. Al 45° l’arbitro concede un minuto di extratime durante il quale l’Inter va in contropiede con palla in area per Dalbert che arrivava da dietro come un treno. Antei non riesce a chiudere e il coloured nerazzuro spara un razzo che si infila alle spalle di Montipò. Finisce così sul 3 a 0 il primo tempo, risultato troppo severo per quanto si è visto in campo ma la differenza è nelle realizzazioni. L’Inter spietata non ne ha sbagliata alcuna, il Benevento, pur con le stesse occasioni, non ne ha segnata nessuna. Certo il rigore al 1° minuto, rigore dubbio, ha tagliato le gambe ai giallorossi e chissà quando verrà riconcesso un rigore così.

Ritornano in campo le squadre e nell’Inter entra Politano al posto di Icardi. Ci prova subito Coda dal limite al primo minuto ma colpisce troppo sotto  la palla che così si alza. Un minuto dopo è ancora Coda che apre su Improta che da in area a Buonaiuto ma il suo tiro è debole e Padelli para. Al 47° l’Inter segna il 4° gol. Perisic mette palla al centro su un capovolgimento di fronte e Lautaro, libero in area di testa infila Montipò.  Benevento di nuovo in vanti al 49° con Bandinelli che ci prova da fuori ma allarga il tiro che va fuori dallo specchio della porta. Ancora Benevento con Insigne che prova l’azione personale in progressione che termina con un tiro deviato in angolo da Padelli. Al 53° ancora giallorossi che vengono in avanti ed è Buonaiuto che ci prova ma la palla è fuori. E’ poi Padelli al 55° in uscita ad anticipare gli avanti giallorossi. Contropiede del Benevento al 57° e Brozovic da dietro spinge a terra Buonaiuto. Punizione dai 25 metri. Sulla palla Insigne che batte ed infila Padelli. La risposta dei nerazzuri è affidata a Politano con un tiro da fuori al 60° ma la palla è fuori. Al 65° l’Inter fa il quinto gol. E’ Lautaro Martinez a battere a rete una palla che vagava in area e che viene messa a fil di palo alle spalle di Montipò,  ammonito poi per proteste. Intanto il Var assegna il gol anche se Lautaro sembra in off side e quindi si riprende il gioco.  Al 73° Benevento di nuovo in gol. E’ Bandinelli che entra di testa su un cross di Improta e supera Padelli. Prima della ripresa del gioco Bucchi manda in campo Ricci al posto di Coda. Al 76° ancora Improta in avanti a seminare il panico. L’ex Bari  giunto quasi al limite prova il tiro che però viene rimpallato. All’82° esce Brozovic ed entra Joao Mario mentre nel Benevento esce Tuia ed entra Billong. All’84° intanto ancora un cambio nel Benevento che manda in campo Sanogo al posto di Buonaiuto. Si giunge così all’89° con Insigne che prova da fuori ad impensierire senza riuscirci  Padelli. Un minuto dopo l’arbitro concede 4 minuti di recupero. Al 92° palla in area per Candreva che prova il tiro ma Montipò respinge la battuta non pericoloso. Al 94°  Candreva segna il sesto gol partendo in contropiede sul filo del fuorigioco, come accerterà dopo il Var, avendo la meglio su un macchinoso Billong, come sempre, ed su uno stanchissimo Antei. Finisce così l’avventura del Benevento in Coppa Italia che può rituffarsi nel campionto e nlla lotta al vertice.

Tags:

             

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio