giovedì 21 marzo 2019 Del Basso De Caro bacchetta il Governo e Mastella | infosannionews.it giovedì 21 marzo 2019
In evidenza

Si è insediato nel pomeriggio il Consiglio Provinciale di Benevento eletto lo scorso 10 marzo.

Nel corso della seduta in Sala Consiliare della Rocca dei ...

Nasce l’associazione : “#iononmollo- Stop Cancer” con finalità Onlus.

Pago Veiano-  Artefice di tale iniziativa è Gianpietro De Ieso ...

Fiera di San Giuseppe,l’assessore Picucci: “Iniziativa Potenziata ed Ampliata”

Fiera di San Giuseppe,l'assessore Picucci: Iniziativa Potenziata ed Ampliata

  "Abbiamo deciso di potenziare ed ampliare la Fiera di San ...

Inaugurato l'anno Giudiziario del Tribunale Ecclesiastico.

La crisi delle famiglie affrontata con l'ausilio dei dati dell'Istat. ...

Del Basso De Caro bacchetta il Governo e Mastella

12/01/2019
By

Al Gazebo del Pd di questa mattina al Corso Garibaldi anche Umberto Del Basso De Caro.

Queste le sue dichiarazioni : “Non mi piace fare il grillo parlante, ma l’avevo detto. Questi 31 mesi di governo di Mastella sono stati caratterizzati solo da promesse non mantenute. I cittadini di Benevento hanno capito da tempo della inconsistenza del governo di Mastella. A me non tocca giudicare quello che non ha fatto in questi mesi il Sindaco; a me tocca ricordare che io l’avevo detto da subito che Mastella non avrebbe fatto nulla per la Città. I cittadini valuteranno con molta serenità. Vedremo in che misura potrà recuperare credito nei loro confronti. Il PD può rinascere solo grazie ad un progetto alternativo ma concreto e credibile di ricostruzione della città, che non si basi dunque su un libro dei sogni, ma che venga portato avanti da personalità credibili e che siano gradite alla opinione pubblica cittadina. Il Reddito di cittadinanza che costituisce il vessillo dei 5 Stelle è in realtà una rivisitazione in peggio del Reddito di inclusione varato dal precedente Governo Gentiloni; solo che viene esteso a macchia d’olio secondo una procedura incontrollabile che finirà solo con il favorire lavoro nero e creare nuova disoccupazione e precariato. Non sarà altro che un ammortizzatore sociale e non sarà a tempo indeterminato come era nelle promesse pre elettorali. Quanto all’autonomia regionale che è nei sogni della Lega essa si tradurrà in un federalismo fiscale costituente la vecchia battaglia decennale della Lega Nord e questo porterà a una mazzata per il Mezzogiorno. Si andrà avanti tra una spaccatura profonda della società civile tra chi evade le tasse e chi le deve pagare. E’ una certezza assoluta. Sarà pericolosissimo per noi del Sud. Il conflitto con il Nord esploderà. E’ bene che i cittadini sappiano cosa abbia fatto il Governo, cosa ha approvato il 30 dicembre scorso in piena notte. I cittadini possono cosi confrontare i contenuti della manovra con le promesse fatte prima del 4 marzo. La manovra non fa altro che mettere le mani nelle tasche degli italiani. La pressione fiscale sfiorerà il 43%. Nei primi 7 mesi di Governo abbiamo perduto 7 miliardi. Finita l’ubriacatura giacobina verrà il tempo in cui si dovrà ragionare un po’ serenamente e concretamente “.

Lo stesso Gazebo ha poi ospitato Roberto Giachetti, candidato alla Segreteria del Partito Democratico. Giachetti predica unità, unità che il partito deve ritrovare dopo un confronto tra le varie proposte ma intorno a colui che riuscirà a prevalere al congresso del Partito. Non bisogna però chiedere scusa oltremisura all’elettorato, come sostiene Martina, perchè non c’è da vergognarsi in toto per quanto fatto. Non bisogna altresì poi fare alcun accordo con il M5S e riconoscere invece alla candidatura  del partito la sua natura primaria e maggioritaria.

 

 

Tags:

             

Ca.Ri. srl

Italia Service Servizi Finanziari s.r.l.

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio