martedì 11 dicembre 2018 Voci dagli spogliatoi. I commenti di Colantuono e Bucchi | infosannionews.it martedì 11 dicembre 2018
In evidenza

Benevento. Donna perde il controllo dell'auto e finisce in un fossato

E' successo nella tarda mattina in contrada Pantano. Attimi di paura ...

Facciamo un pacco alla camorra, dieci anni di impegno quotidiano

Anche quest'anno i prodotti enogastronomici realizzati sui beni confiscati alla ...

Terremoto. Leggera scossa nel Sannio con epicentro fuori Solopaca

Terremoto. Leggera scossa nel Sannio con epicentro fuori Solopaca

Alle 12,01 ora locale la terra ha avuto un piccolo ...

Il Presidente della Provincia incontra il Rettore dell'Università del Sannio

Antonio Di Maria, Presidente della Provincia di Benevento, ha ricevuto ...

Consorzio Agrario Benevento, la Fai Cisl al MISE a Roma.

Consorzio Agrario Benevento, la Fai Cisl al MISE a Roma.

Fai Cisl: "Lavoratori Preoccupati, Serve una Prospettiva di Rilancio". Il 10 ...

Dimensionamento scolastico, Mortaruolo: “Due nuovi indirizzi per la scuola sannita”

Dimensionamento scolastico, Mortaruolo: “Due nuovi indirizzi per la scuola sannita”

“Tra i nuovi indirizzi di studio che la Regione Campania ...

Voci dagli spogliatoi. I commenti di Colantuono e Bucchi

21/09/2018
By

Malgrado Colantuono tenti una timida difesa d’ufficio è stata una partita senza storia. Troppo forte il Benevento per la Salernitana che pure è un complesso che si fa rispettare. Questo fa capire senza ombra di dubbio la splendida prestazione della strega.

Colantuono :

“Nonostante tutto nel secondo tempo eravamo riusciti a chiudere il Benevento nella loro metà campo ma abbiamo preso il secondo gol nel nostro momento migliore e lì è finita la partita. Non solo noi però non riuscivamo a segnare anche il Benevento ha dovuro aspettare un episodio per passare. Magari non fosse accaduto forse pote a essere un’altra partita. Comunque possiamo riscattarci già martedi.”

Sui cambi Colantuono ha detto : ” Anderson si è infortunato, ho dovuto cambiare Lanni troppo nervoso che continuava a battibeccare con l’arbitro e rischiava di finire fuori e quindi sono stato obbligato su alcune scelte.”

E’ la volta di Bucchi che ha esordito dicendo :

“Ho visto un Benevento vogliose e dinamico dal primo minuto anche se abbiamo fatto qualche errore tecnico. Non abbiamo mai perso comunque la voglia di giocare e di fare la gara. Molte gare si decidono sugli episodi e noi dobbiamo saperli sfruttare in modo da spezzarla. Poi siamo stati bravi a non avere fretta e non andare a sbattere contro il muro avversario per chiudere la gara.

La cosa difficile è avere comunque equilibrio. Non dobbiamo esaltarci per questa vittoria e per come è venuta ma dobbiamo sforzarci di avere una nostra idea e di portarla avanti sempre e comunque, che deve essere al centro del nostro percorso. La squadra deve essere produttiva e deve divertirsi e si deve difendere attaccando. Da domani però testa già al Cittadella dimenticando questa partita che ha visto una squadra vincere meritatamente ed ha visto un pubblico straordinario che ci ha donato il loro calore, unitmente alla società che ci permette di lavorare.

Dobbiamo però tenere sempre alta la concentrazione, entrare subito in partita ed essere determinati perchè le partite si possono presentare in maniere diverse e perciò non mi piacciono le frivolezze, bisogna giocare allo stesso modo sia sull’ 1 a 0 che sul 3 a 0.

Sul gol di Insegne ho esultato perchè ha chiuso l’incontro e perchè chi entra e spacca la gara fa piacere perchè vuole dire alla squadra “io ci sono”. Quindi vedere che le risposte di sta fuori sono queste, vuol dire che si è creato una squadra senza prime donne.”

Sulla prestazione della Salernitana ha detto : “Mi aspettavo questo tipo di avversario che poteva metterci in difficoltà. Siamo stati bravi a giocare palle pulite ed avere possesso palla perchè chi non ce l’ha è costretto a correre e quindi quando hanno un momento di stanchezza si può intervenire.

Siamo stati bravi all’inizio del secondo tempo ad abbassare il ritmo perchè non puoi giocare forte  tutti i 90 minuti . E quando un giocatore, Coda, esce con i crampi vuol dire che ha dato tutto. Il gol poi arriverà ma quando Massimo gioca così per noi è importantissimo come è importante anche Asencio che entra e fa gol. “

Uno sguardo al futuro immediato : “Non so per Padova quanti ne cambierò vedremo domani  come stiamo e poi abbiamo ancora qualche giorno”.

Tags:

             

Ca.Ri. srl

Italia Service Servizi Finanziari s.r.l.

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio