mercoledì 20 febbraio 2019 Misura di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 33enne di Castelpagano. | infosannionews.it mercoledì 20 febbraio 2019
In evidenza

Museo Archeologico del Sannio Caudino di Montesarchio : “Un pomeriggio al Museo”

Venerdì 22 febbraio, primo appuntamento della rassegna dedicata alle collezioni ...

Al Teatro Romano di Benevento “Aperitivo in musica” sabato 23 febbraio.

Al Teatro Romano di Benevento Aperitivo in musica sabato 23 febbraio.

Sabato 23 febbraio 2019, dalle ore 10,30 nel Teatro Romano ...

Benevento. Implementazione dell’infrastruttura della banda ultra larga in città.

Benevento. Implementazione dell’infrastruttura della banda ultra larga in città.

La Giunta comunale nella seduta odierna ha approvato la delibera ...

Acqua. A Benevento arriverà l'acqua di San Salvatore Telesino

Convocata dal sindaco Clemente Mastella, questa mattina si è tenuta ...

Confindustria Benevento aderisce alla Rete di Confindustria per la Montagna.

Consegnato al ministro Erica Stefani il dossier per sostenere il ...

Telese Terme, la Volante ritrova la refurtiva trafugata da un appartamento il giorno prima.

A seguito di specifici servizi di controllo del territorio volti ...

Misura di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 33enne di Castelpagano.

17/09/2018
By

L’uomo è accusato di atti persecutori reiterati.

I Carabinieri della Stazione di Colle Sannita, coadiuvati dal Nucleo Operativo della Compagnia di San Bartolomeo in Galdo, hanno eseguito una misura di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 33enne di Castelpagano (già sottoposto agli arresti domiciliari per i medesimi fatti) per nuovi e reiterati atti persecutori e minacce nei confronti di una donna, sua vicina di casa, e della sua famiglia.

I rapporti costanti dei Carabinieri con la vittima, oltre che le indagini proseguite anche dopo il precedente arresto dell’aprile scorso, hanno permesso l’emissione del provvedimento, disposto dal GIP del Tribunale di Benevento su richiesta della Procura di Benevento.

Le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica, hanno evidenziato il carattere persecutorio delle azioni compiute dal giovane, reiterate anche dopo essere stato sottoposto agli arresti domiciliari, attraverso frequenti telefonate di minaccia e molestia nei confronti della vittima e facendo emergere un quadro indiziario chiaro, in cui la personalità del reo è apparsa tale da non poter escludere una crescente invadenza nella sfera privata della vittima.

Tags:

             

Ca.Ri. srl

Italia Service Servizi Finanziari s.r.l.

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio