lunedì 21 gennaio 2019 Ekoclub International. Dopo i tralicci, arriva “l’elettrorock”! | infosannionews.it lunedì 21 gennaio 2019
In evidenza
Sicurezza in Valle Telesina.Il sindaco Pasquale Carofano incontra le Forze dell’Ordine.

Sicurezza in Valle Telesina.Il sindaco Pasquale Carofano incontra le Forze dell'Ordine.

"Poco fa ho invitato il Questore di Benevento, il Comandante ...

“Città Spettacolo Teatro 2019”. Il 23 Gennaio la presentazione della rassegna.

Città Spettacolo Teatro 2019. Il 23 Gennaio la presentazione della rassegna.

Mercoledì 23 gennaio alle ore 11:30, presso la Sala Conferenze ...

Il 23 Gennaio incontro all'Unifortunato su Libera Iniziativa Economica e Autoimprenditorialità

I casi di studio “Capatoast” e “Mister Lasagna” presentati agli ...

Sostanze tossiche nei vestiti prodotti in Cina e venduti in Europa. Pedicini (M5s) interroga la Commissione europea

Tessuti tossici dalla Cina al mercato italiano. L’inchiesta della trasmissione ...

PD Candidature per la segreteria regionale e nazionale: Preferiti Martina - De Caro

Congresso Pd, nel capoluogo sannita, preferiti Martina-De Caro. Si è svolto ...

Incantano i Valzer di Strauss eseguiti dall'Orchestra da Camera dell'Accademia di Santa Sofia

Non poteva esserci miglior esordio per l'Orchestra da Camera stabile ...

Ekoclub International. Dopo i tralicci, arriva “l’elettrorock”!

11/08/2018
By

Le colline che circondano la città di Benevento, negli ultimi anni hanno subito una vera e propria violenza.

Oltre alla carenza di marciapiedi, rete fognaria e collegamento pubblico, decine di tralicci, paragonabili ai robot dei cartoni animati cinesi, hanno devastato il paesaggio collinare. Come se non bastasse il pericolo di elettrosmog “dovuto” all’alta tensione e alla lunga esposizione a essa, tutto a un tratto, i cavi hanno cominciato a emettere dei suoni paragonabili al verso di un grosso uccello. E’ sufficiente una leggera folata di vento ed ecco che, la “musica” comincia in qualsiasi ora del giorno e della notte senza smettere un attimo. Ovviamente, data la stagione calda, molte famiglie hanno le finestre aperte per ventilare le abitazioni, soprattutto durante le ore notturne e, il suono dei cavi diventa, semplicemente, fastidiosissimo, evitando anche il riposo ai “contradaioli”. Qualche bene informato dice che l’installazione dei cavi non è ancora terminata, saranno applicati dei distanziatori che metteranno fine alla “musica” ma, nel frattempo, mentre il medico studia il malato ecc. La TERNA dovrebbe “risarcire” gli abitanti delle zone interessate dall’installazione di questi “fischiettanti mostri”! Ovviamente i politici locali sono tutti impegnati per le varie sagre cittadine ………….si comportano un po’ come Maria Antonietta D’Asburgo – Lorena che, mentre il popolo chiedeva pane lei disse: “ S’ils n’ont plus de pain, qu’ils mangent de la brioche”!  «Se non hanno più pane, che mangino brioche»

Tags:

             

Ca.Ri. srl

Italia Service Servizi Finanziari s.r.l.

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio