lunedì 20 maggio 2019 Altrabenevento. Al Comune di Benevento: ” Gestione bordeline delle Finanze “ | infosannionews.it lunedì 20 maggio 2019
In evidenza

Benevento. Polizia Stradale: Repressione “stragi del sabato sera”

Prosegue incessante l’attività di contrasto alla guida in condizioni psicofisiche ...

Popolari per l'Italia. Martedi 21 Maggio la presentazione dei candidati sanniti.

Martedi 21 maggio 2019, alle ore 18.30, presso l’Hotel Italiano, ...

Comizi Elettorali Europee. Queste le zone dove è possibile

Comizi Elettorali Europee. Queste le zone dove è possibile

Lo ha stabilito il Sindaco Clemente Mastella con una apposita ...

“Faber: dietro i testi di Fabrizio De Andrè” approda nel Fortore

“Faber: dietro i testi di Fabrizio De Andrè” approda nel Fortore

Lunedi 20 maggio 2019, alle ore 17.30, presso il museo ...

Assemblea diocesana Ac a Civitella Licinio

L’assistente unitario don Pino Di Santo e il responsabile della ...

Altrabenevento. Al Comune di Benevento: ” Gestione bordeline delle Finanze “

18/07/2018
By

Altrabenevento: “conti economici confusi; dissesto solo per pagare i debiti mentre l’ente incassa i crediti di competenza della Commissione Liquidatrice; la SOGET ancora imperversa e il Concorso per dirigente alle finanze che deve essere annullato” – così il comitato di Altrabenevento in una nota – .

“Dalle discussioni in Commissione Finanza e dalle cronache di stampa – continua la nota –  emergono già diversi rilievi critici (formulati soprattutto dal consigliere Italo Di Dio) sugli atti relativi al Bilancio Consuntivo 2017 che il 20 luglio dovrebbe essere approvato dal Consiglio Comunale. Tra le altre numerose incongruenze, emerge la segnalazione del collegio dei Revisori dei Conti che a pag. 18 della sua relazione evidenzia un “errore” clamoroso, relativo agli incassi da parte dell’Ente di numerosi crediti che invece dovevano rimanere nella competenza della Commissione Liquidatrice.
E’ noto che il Consiglio Comunale agli inizi di gennaio 2017 ha dichiarato il dissesto e quindi tutti i debiti e i crediti maturati fino a quella data devono essere gestiti dall’Organo Straordinario di Liquidazione. Questo è un indubbio vantaggio per l’amministrazione comunale che non si deve fare carico di pagare i creditori dell’Ente (ditte, fornitori, dipendenti, ecc) che dovranno aspettare anni per ricevere in parte i soldi dovuti. Accade, però, che il Comune di Benevento si è scrollato dei debiti, ma incassa i vecchi crediti!

Senza dubbio una parte di quei soldi pagati dai cittadini per vecchie multe o cartelle esattoriali, sono stati incassati dalla SOGET, la società che per due anni ha gestito la riscossione tributi in attesa della gara di appalto dalla quale è stata recentemente esclusa. Come abbiamo segnalato varie volte, quella contestatissima società costringe i contribuenti a versare sui propri conti correnti e dopo aver trattenuto la sua percentuale, dovrebbe riversare la rimanenza alla Commissione Liquidatrice per i tributi antecedenti al 2017 e al Comune per quelli successivi. Ma chi ha controllato questa suddivisione? Pare che all’Organo Straordinario di Liquidazione non siano stati accreditati fondi, dove sono finiti quei soldi?

Ma di sicuro  – continua la nota – non sono solo questi gli unici casi di incassi impropri. Ad esempio, l’Organo di Liquidazione ha autorizzato le liste di carico per l’incasso delle rate degli Oneri di Urbanizzazione o Contributo costo di Costruzione pagati nel 2017 e relativi agli anni precedenti? Il Settore Urbanistica e gli Uffici di Ragioneria hanno riversato quegli incassi per la gestione del Dissesto?

Certo si tratta di nodi che vengono al pettine tutti insieme in un momento in cui non c’è neppure il Dirigente alla Finanze, settore affidato alla Segretaria Generale, in oggettivo affanno non solo per il caso SOGET, la gestione del Bilanci, le sue competenze in materia di anticorruzione e trasparenza, ma anche per la nomina del vincitore del Concorso per Dirigente alle Finanze.
Abbiamo criticato diverse volte, il bando e le prove di esame anche per i rapporti di conoscenza e collaborazione tra il presidente della Commissione e la vincitrice del Concorso che poi ha rinunciato. Ma quella decisione non ha sanato le diverse e già segnalate difformità (modifiche del Regolamento Organico, mancata copertura finanziaria alla data del Bando, tardiva autorizzazione del ministero, ecc.)
In ultimo ricordiamo la sentenza n. 160 del 2018 con la quale il Tar Emilia Romagna ha annullato un Concorso perché tra le prove scritte e quelle orali non erano trascorsi i 20 giorni previsti per legge. Per il Concorso di Dirigente alle Finanze – conclude Altrabenevento –  il Comune di Benevento ha imposto ai concorrenti le prove orali durante le feste natalizie dopo alcuni giorni dalle prove scritte e comunque prima dei venti giorni dalla convocazione. Anche per questa ragione la Segretaria Comunale dovrebbe annullare quel Concorso”.

Tags:

             

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio