In evidenza
Altrabenevento. Al Comune di Benevento: ” Gestione bordeline delle Finanze “

Altrabenevento. Al Comune di Benevento: Gestione bordeline delle Finanze

Altrabenevento: "conti economici confusi; dissesto solo per pagare i debiti ...

Conferenza Stampa di presentazione della VIII Edizione della Kermesse I Concerti Della Bottega

La Conferenza Stampa "I Concerti Della Bottega" è  in programma ...

Convegno di Benevento Libera. Le ragioni di una nuova regione: Il Molisannio.

Convegno di Benevento Libera. Le ragioni di una nuova regione: Il Molisannio.

L'Associazione “Benevento Libera” organizza per il giorno 20 luglio 2018, ...

“E’ più Bello insieme” il CSP risponde al dirigente Verdicchio

E' più Bello insieme il CSP risponde al dirigente Verdicchio

E' più Bello Insieme che da settimane è al centro ...

Politiche del lavoro, rivoluzione dei Centri per l’impiego e Piano di assunzioni per la PA della Regione Campania

Visita istituzionale dell’Assessore Palmeri e del Consigliere Mortaruolo a Telese ...

Missione Bruxelles. Delegazione di imprenditori di Confindustria Benevento all’UE.

10/07/2018
By

È partita questa mattina una delegazione di 25 imprenditori di Confindustria Benevento diretti a Bruxelles con l’obiettivo di conoscere i nuovi programmi quadro da poco varati dall’UE ed intercettare opportunità per il Sannio.

Nel mese di maggio la Commissione Europea, infatti, ha presentato al Consiglio e al Parlamento europeo la proposta di Quadro Finanziario Pluriennale per il periodo 2021-2027, ovvero la proposta di bilancio a lungo termine dell’UE. Il QFP per il periodo 2021-2027 traccia una cornice dei programmi di spesa dell’UE equivalente a complessivi1.135 miliardi di euro in termini di impegni (prezzi 2018), pari all’1,11% del reddito nazionale lordo dei 27 Stati membri, e finanzia le priorità politiche dell’Unione europea per un arco di più anni.
Sicurezza, Cambiamento climatico, flussi migratori, mobilità dei giovani, Ricerca e innovazione le priorità individuate da Bruxelles.
La Missione è stata fortemente voluta dal Presidente Filippo Liverini soprattutto in questa fase di forte accelerazione sui programmi finanziari europei al fine di offrire nuove opportunità di sviluppo alle imprese e garantire una panoramica di più ampio respiro.
“Abbiamo ritenuto utile organizzare una missione a Bruxelles in un momento delicato e strategico come quello attuale proprio in considerazione del nuovo quadro programmatico dell’UE che stabilisce azioni e priorità future sulle quali saranno indirizzate le risorse della nuova programmazione – ha spiegato Pasquale Lampugnale Presidente Piccola Industria Confindustria Benevento. Agenda digitale, ricerca e innovazione le tematiche di maggiore interesse delle imprese che in questo momento intendono vincere la sfida della produttività e della competitività in un contesto sempre più globalizzato. Comprendere gli orientamenti e farsi trovare pronti rispetto ai bandi europei di prossima emanazione, significa anticipare i tempi e attrezzarsi per poter rispondere tempestivamente alle opportunità future. Saremo guidati in questo percorso dalla delegazione di Confindustria Bruxelles che ha strutturato assieme a noi un programma fitto di appuntamenti che prevede momenti di approfondimento realizzati direttamente dai referenti della Commissione Europea, la visita al Parlamento Europeo e un incontro con gli europarlamentari della circoscrizione sud.”
La digitalizzazione delle imprese, le opportunità di finanziamento delle PMI, il programma Horizon Europe 2021/2027 e le opportunità di finanziamento per le PMI sono solo alcuni dei temi approfonditi dagli imprenditori sanniti durante la due giorni di lavoro.
Particolare attenzione sarà dedicata alla tematica dell’agenda digitale europea nell’ambito della strategia Europa 2020 per la crescita intelligente e sostenibile. La tecnologia può svolgere un ruolo chiave nel creare occupazione, nel favorire la crescita economica e nel migliorare la qualità di vita dei cittadini.
Tra le priorità di Agenda digitale vi è la creazione di un mercato unico digitale, il miglioramento delle condizioni per l’interoperabilità tra prodotti ICT e servizi, incoraggiare gli investimenti in ricerca e sviluppo, migliorare l’alfabetizzazione digitale, le competenze e l’inclusione.

Tags:

             

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio