In evidenza
Altrabenevento. Al Comune di Benevento: ” Gestione bordeline delle Finanze “

Altrabenevento. Al Comune di Benevento: Gestione bordeline delle Finanze

Altrabenevento: "conti economici confusi; dissesto solo per pagare i debiti ...

Conferenza Stampa di presentazione della VIII Edizione della Kermesse I Concerti Della Bottega

La Conferenza Stampa "I Concerti Della Bottega" è  in programma ...

Convegno di Benevento Libera. Le ragioni di una nuova regione: Il Molisannio.

Convegno di Benevento Libera. Le ragioni di una nuova regione: Il Molisannio.

L'Associazione “Benevento Libera” organizza per il giorno 20 luglio 2018, ...

“E’ più Bello insieme” il CSP risponde al dirigente Verdicchio

E' più Bello insieme il CSP risponde al dirigente Verdicchio

E' più Bello Insieme che da settimane è al centro ...

Politiche del lavoro, rivoluzione dei Centri per l’impiego e Piano di assunzioni per la PA della Regione Campania

Visita istituzionale dell’Assessore Palmeri e del Consigliere Mortaruolo a Telese ...

Altrabenevento. Festa Sacro cuore, le regole stabilite dal sindaco non vengono rispettate.

17/06/2018
By

Chi avrebbe dovuto controllare?


Dopo la protesta di Altrabenevento per la indecorosa organizzazione della festa del Sacro Cuore al Viale Mellusi, il sindaco Mastella ha annunciato, a mezzo stampa, che sarebbero stati intensificati i controlli ma la disastrosa situazione non è cambiata.
Con la Ordinanza n. 63 del 22 giugno del 2017, il primo cittadino ha stabilito innanzitutto che le strade interessate alla festa del Sacro Cuore sono le seguenti: “area rotonda Meomartini, via Meomartini, viale Mellusi fino incrocio con via Luca giordano, via Vetrone in corrispondenza dell’area di stazionamento e Luna Park, via Nenni”. Si nota, invece, che le bancarelle hanno occupato anche altre aree (ad esempio l’incontro semaforico di Viale Mellusi/via Sala oltre via Luca Giordano, foto 1), senza posteggi contrassegnati e quindi senza autorizzazione.
Mastella aveva anche disposto che “I posteggi temporanei verranno assegnati nel rispetto di quanto previsto alle norme vigenti dal regolamento comunale per l’esercizio dell’attività di Commercio su aree pubbliche. Nei tratti di strada sopraelencati dovranno essere lasciati liberi gli ingressi e le vetrine dei negozi, le entrate pedonali e carrabili degli edifici nonché gli spazi antistanti scuole, ospedali, edifici di interesse pubblico, storico artistico. Non è consentito agli esercenti il commercio su aree pubbliche sostare non autocarri e roulottes nelle aree interessate alle manifestazioni. Nei casi di occupazione del suolo non autorizzata verrà applicata la sanzione amministrativa pecuniaria prevista all’articolo 20 del Codice della Strada, comma 4, pari ad euro 159 nonchè la sanzione accessoria dell’immediato ripristino dello stato dei luoghi ad opera e spese degli occupanti”.
Nonostante queste disposizioni e gli annunci del sindaco sull’intensificarsi dei controlli, molti marcapiede sono ancora interamente occupati da furgoni e pertanto i cittadini, compreso gli anziani, i portatori di handicaps, i bambini e le famiglie con i passeggini, sono costretti a camminare sulla sede stradale anche durante il giorno tra auto, moto e autobus. Vi sono ancora bancarelle, gruppi elettrogeni, barbecue e fornelli che occupano i passaggi perdonali, le fermate degli autobus, i passi carrabili.
Come mai non se ne sono accorti gli addetti ai controlli che Mastella ha garantito?

Tags:

             

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio