In evidenza

#AvantiDonne, Vittoria Principe incontra l’Europarlamentare, Pina Picierno.

Si è tenuto un incontro tra #AvantiDonne di Vittoria Principe ...

Altrabenevento. Stranezze al concorso per Dirigente alle Finanze al Comune di Benevento

Altrabenevento. Stranezze al concorso per Dirigente alle Finanze al Comune di Benevento

Concorso per Dirigente alle Finanze al Comune di Benevento, dopo ...

Conferenza stampa di presentazione della settima edizione de “La Notte delle Streghe”

L'evento si svolgerà a Benevento il 22 Settembre. Venerdì 21 settembre ...

Economia Locale e trasformazioni globali – 24 Settembre Insieme 4 a Morcone

Economia Locale e trasformazioni globali - 24 Settembre Insieme 4 a Morcone

Confindustria Benevento approda a Morcone con il progetto insieme. Approda a ...

E-Bike 0. Picone in audizione con la Commissione Ambiente

"Lunedì mattina ho partecipato ad una audizione con la Commissione ...

Gesesa. Sospensione del servizio per contrada Olivola, Roseto, Mascambroni e San Vitale

Gesesa. Sospensione del servizio per contrada Olivola, Roseto, Mascambroni e San Vitale

La chiusura durerà per il tempo strettamente necessario alla riparazione, ...

Altrabenevento. Festa del Sacro Cuore “scandalosa”

16/06/2018
By

Altrabenevento : “La festa del Sacro Cuore, una manifestazione di altri tempi tra abusi e problemi igienici che le autorità preposte fanno finta di non vedere. Appello alla Guardia di Finanza ed esposto alla Procura della Repubblica.”

Furgoni e auto sul marciapiede, ambulanti che dormono in strada, cortili e giardini usati come orinatoi, cavi elettrici pericolosi, bancarelle fuori dagli spazi assegnati che occupano pure strisce pedonali, passi carrabili e parcheggi per disabili, barbecue e friggitorie senza protezioni.
Questo è il solito quadro della festa del Sacro Cuore che si tiene dal 15 al 17 giugno tra la chiesa dei Cappuccini e la parte alta del Viale Mellusi, incroci stradali ed aiuole comprese. Lo scorso anno dopo la nostra ennesima protesta il Sindaco Mastella definì una sorta di regolamento per evitare questo scandaloso spettacolo d’altri tempi, indecente ed incivile, soprattutto per una città che pretende di essere attrattiva sul piano culturale e turistico.
Quel regolamento non è stato rispettato e noi pretendiamo di sapere perché e chi è responsabile. Ieri sera addirittura alcuni commercianti avevano pagato la tassa occupazione suolo pubblico e hanno trovato il posto occupato; numerose bancarelle sono state montate su aree che dovevano rimanere libere (dinanzi alla Clinica di Santa Rita, la farmacia e gli accessi ai parchi residenziali).
Adesso il Sindaco deve spiegare: quante autorizzazioni sono state rilasciate per le bancarelle di questa festa? Quanto ha incassato il Comune? Le bancarelle che hanno occupato abusivamente gli spazi sono state multate? Chi doveva effettuare i controlli e non lo ha fatto? Gli abusivi che non hanno pagato la tassa comunale hanno versato un contributo per l’organizzazione della festa e per questo ritengono di essere a posto?
Nei prossimi giorni presenteremo un esposto in Procura con le foto e i video che abbiamo prodotto, ma intanto chiediamo che la Questura verifichi se sono state rispettate le norme sulla sicurezza di questo tipo di manifestazioni e la Guardia di Finanza accerti chi ha incassato i soldi delle bancarelle installate ovunque, ben al di là degli spazi predisposti.

Tags:

             

Reliquie di San Donato a Pago Veiano

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio