domenica 9 Agosto 2020 Sanità. La Senatrice Sandra Lonardo tuona contro il silenzio di Vincenzo De Luca | infosannionews.it domenica 9 Agosto 2020
Smooth Slider

Nuove Linee Guida Pillola RU486. Democratici e Progressisti : Bene il Ministro !

"Ora la Regione faccia la sua parte ! "L’intervento del ...

Forza Italia. Di Palma nominato Coordinatore Giovani di Puglianello

“Di concerto con il vicario Raffaele Siciliano e con i ...

Mucciacciaro (Lega) sulla graduatoria PIG: "Troppe aziende escluse dai finanziamenti"

Mucciacciaro (Lega) sulla graduatoria PIG: Troppe aziende escluse dai finanziamenti

“Qualche giorno fa, è stata pubblicata la graduatoria regionale definitiva ...

Forza Italia Montesarchio. Mazzariello Il nostro investimento più prezioso sono i giovani

“Stiamo investendo nei giovani. I giovani sono il futuro dei ...

San Pio. 36 tamponi tutti negativi

San Pio. 36 tamponi tutti negativi

L’A.O.R.N. “San Pio” ha processato in data 8 Agosto nr. ...

Sanità. La Senatrice Sandra Lonardo tuona contro il silenzio di Vincenzo De Luca

24/05/2018
By

Ancora una volta, mi vedo costretta a diramare una nota per cercare di avere delle risposte, tenuto conto che, ad oggi, il Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, e il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera “G. Rummo”, Renato Pizzuti, non hanno inteso dare conto alla gente delle mie perplessità, in quanto rappresentante istituzionale, e non hanno inteso dare seguito, né pubblicamente, né privatamente, alle richieste ufficiali da me inviategli, d’intesa con i Sindaci del Distretto di Montesarchio.

Per cui, in maniera ripetuta e per l’ennesima volta, chiedo ufficialmente di conoscere:

1. Se il Piano ospedaliero DCA 8/2018 sia stato approvato dai Ministeri competenti.
2. Se la Regione Campania abbia approvato l’Atto Aziendale dell’Azienda Ospedaliera Rummo, di cui alla delibera 2012/18.

La mia richiesta è motivata dal fatto che è stato trasferito il personale del Presidio di S. Agata De’ Goti dai ruoli dell’ASL a quella dell’Azienda Ospedaliera Rummo, e che, inoltre, con delibera 218 del 6/4/2018, è stato riadottato il bilancio di previsione 2018 ai sensi del DCA n. 54 del 2017. Mentre, di contro, l’Azienda sta espletando le elezioni del Consiglio dei sanitari non previsto, in quanto depennato nell’Atto Aziendale di cui alla delibera 212/2018. Ed intanto l’ospedale cala nella sua qualificazione ogni giorno di più. È di ieri la comunicazione con la quale, a partire dal 7 giugno, mancheranno altri anestesisti e non si potrà operare se non in casi urgenti. Va dunque da se che saranno bloccati gli interventi di tutte le chirurgie ed i poveri malati e la povera gente subiranno una discriminazione ingiusta. Quelli che potranno, si rivolgeranno ad altri presidi ospedalieri e questo creerà anche problemi all’indotto economico che ruota intorno all’ospedale. Sono molto preoccupata per Benevento e la sua provincia. Chiedo, pertanto, risposte urgenti ed immediate.

Tags: