mercoledì 20 marzo 2019 Coldiretti. Riforma del Lavoro: il disegno di Legge è passato all’esame della Camera. | infosannionews.it mercoledì 20 marzo 2019
In evidenza
Progetto “Futuro, Giovani, Pietrelcina” al via il bando di selezione.

Progetto “Futuro, Giovani, Pietrelcina” al via il bando di selezione.

É stato divulgato un bando di selezione indirizzato ai giovani ...

Imu, Puc e Gesesa, gli argomenti del Consiglio Comunale del 22 Marzo

Imu, Puc e Gesesa, gli argomenti del Consiglio Comunale del 22 Marzo

Benevento – Il presidente Luigi De Minico ha convocato una ...

Ufficio Tecnico Diocesiano, giovedì 21 marzo seminario di approfondimento sulla cura del nostro patrimonio.

L’Ufficio Tecnico diocesano e l’Ufficio diocesano per i Beni Culturali ...

Coldiretti. Riforma del Lavoro: il disegno di Legge è passato all’esame della Camera.

30/05/2012
By

E’ passato all’esame della Camera il disegno di legge sulla riforma del lavoro, che interessa anche il sistema dei voucher. Dopo la manifestazione di imprese agricole, pensionati e studenti davanti al Senato a Roma è sparito dalla norma il limite di 7mila euro per usare i buoni lavoro ed è stata confermata la situazione attuale che resterà valida fino all’approvazione della legge, mentre il valore del voucher sarà definito per decreto sentite le parti sociali.

Gennaro Masiello

Va peraltro sottolineato che i voucher acquistati fino all’entrata in vigore della nuova legge sono anch’essi validi fino al 31 maggio 2013.

“La riformulazione della legge è in realtà ancora insufficiente – sottolinea il presidente provinciale della Coldiretti Gennaro Masiello – anche se rappresenta comunque un passo in avanti rispetto al testo precedente”.

“In agricoltura – aggiunge Masiello – è sempre stato fatto un uso ampio ma corretto dei voucher, che si sono rivelati molto utili e che nel nostro territorio, hanno riscosso molto successo. I pensionati – prosegue il presidente provinciale della Coldiretti – rappresentano un importante forza lavoro dell’agricoltura sannita e con il voucher è possibile pagare una prestazione occasionale nella stagionalità agricola attraverso un accordo tra le parti. Quasi il 25 per cento dei voucher per un totale di oltre 6 milioni è stato utilizzato in agricoltura dove sono stati introdotti in occasione della vendemmia 2008 (agosto) per essere poi estesi ad altre figure come pensionati e casalinghe ed altre attività”.

“Quanto alla quota oraria – precisa il direttore della Coldiretti sannita Luigi Auriemma – si è scelto di rimandare la determinazione dell’effettivo valore orario dei voucher ad un decreto ministeriale da emanarsi a seguito di una consultazione con le parti sociali. In proposito finché non sarà emanato il decreto ministeriale rimane applicabile l’attuale disciplina. Pertanto anche qualora il provvedimento di riforma della legislazione sul voucher dovesse essere approvato senza alcuna ulteriore modifica, il valore del voucher resterà comunque nominale fino alla emanazione del relativo decreto ministeriale”.

Il quadro normativo che potrebbe venirsi a delineare, letto alla luce delle modifiche ipotizzate si divide in 3 fasi: 1) Fino a quando non sarà approvata la legge; 2) Dall’approvazione della legge all’emanazione del decreto sul valore; 3) Dopo l’approvazione della legge e del decreto sul valore.

IL VOUCHER OGGI

IL VOUCHER DOPO L’APPROVAZIONE

DEL DDL E PRIMA DEL DECRETO SUL VALORE

IL VOUCHER DOMANI

DOPO L’APPROVAZIONE

DEL DECRETO SUL VALORE

Imprese agricole con volume d’affari superiore a 7.000 €

Imprese agricole con volume d’affari superiore a 7.000 €

Imprese agricole con volume d’affari superiore a 7.000 €

–     Prestatori d’opera

Studenti, pensionati, casalinghe, lavoratori in CIG-mobilità-disoccupazione non agricola, lavoratori a part-time presso altri datori di lavoro

 

–     Attività

solo attività stagionali

 

–   Limite per il prestatore d’opera

5.000 euro da ogni singolo committente

 

–     Valore del voucher

nominale pari a 10 euro

 

–     Prestatori d’opera

Studenti, pensionati

 

–     Attività

invariato rispetto ad oggi

 

–     Limite per il prestatore d’opera

5.000 euro anche se da più committenti

 

–   Valore del voucher

Nominale  pari a 10 euro

–     Prestatori d’opera

Studenti, pensionati

 

–     Attività

invariato rispetto ad oggi

 

–   Limite per il prestatore d’opera

5.000 euro anche se da più committenti

 

–     Valore del voucher

Come stabilito da un decreto la cui emanazione è prevista nella nuova legge tenuto conto delle indicazioni previste dalle parti sociali

 

Imprese agricole con volume d’affari inferiore a 7.000 €

Imprese agricole con volume d’affari inferiore a 7.000 €

Imprese agricole con volume d’affari inferiore a 7.000 €

– Prestatori d’opera

Nessuna limitazione

 

–       Attività

tutte le attività agricole anche non stagionali

 

–       Limite per il prestatore d’opera

5.000 euro da ogni singolo committente

 

– Valore del voucher

nominale pari a 10 euro

 

–  Prestatori d’opera

Nessuna limitazione purché si tratti di soggetti non iscritti l’anno precedente negli elenchi anagrafici dei lavoratori agricoli

 

–       Attività

Invariato rispetto ad oggi

 

–       Limite per il prestatore d’opera

5.000 euro anche se da più committenti

 

– Valore del voucher

nominale pari a 10 euro

 

–  Prestatori d’opera

Nessuna limitazione purché si tratti di soggetti non iscritti l’anno precedente negli elenchi anagrafici dei lavoratori agricoli

 

–       Attività

Invariato rispetto ad oggi

 

–  Limite per il prestatore d’opera

5.000 euro anche se da più committenti

 

– Valore del voucher

orario e del valore stabilito dal decreto

 

Print This Post Print This Post

             

Ca.Ri. srl

Italia Service Servizi Finanziari s.r.l.

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio