In evidenza

Pietrelcina. Festività della Madonna del Carmine. Due giornate di fede e tradizione in contrada Acquafredda

Ritorna puntuale ogni anno in contrada Acquafredda la tradizionale festa ...

Tragedia a Dugenta. Una quindicenne muore in un incidente stradale

Codice rosso per gli altri tre occupanti dell'autovettura. Erano tutti a ...

Benevento. Vandali imbrattano la facciata dell'Auditorium San Vittorino

La solita imbecillità che ciclicamente si presenta per imbrattare i ...

Benevento. Primi calci in famiglia con Coda scatenato

Primo test tutto in famiglia con due tempi da 35 ...

Sant’Agata de’ Goti. Gesesa comunica la chiusura dello sportello  per i prossimi giorni.

Sant'Agata de' Goti. Gesesa comunica la chiusura dello sportello per i prossimi giorni.

GESESA comunica che martedì 17 e venerdì 20 Luglio 2018, ...

Riprisitnana la strada provinciale tra Pago Veiano e San Giorgio La Molara

Stamani, a cura del Settore Infrastrutture della Provincia di Benevento, ...

Pasquale Carofano attacca “la consigliera Abbamondi”

15/04/2018
By

“Come sempre la consigliera Abbamondi è distratta rispetto a ciò che accade nella sua comunità arrivando addirittura a ironizzare se sia un presagio o una coincidenza il distaccamento di un pezzo del solaio in un ufficio del primo piano del Comune prima dell’approvazione del bilancio.”

“Immagino e spero che lo abbia fatto solo per ritagliarsi un attimo di celebrità. Altrimenti stiamo assistendo al teatro dell’assurdo. La condizione del Comune di Telese Terme non è un dato attribuibile all’incuria o all’assenza di manutenzione ma a una pessima qualità strutturale che non è sicuramente a carico di questa Amministrazione comunale. Bensì all’essere una struttura datata e per la quale chi mi ha preceduto non ha mai pensato di fare interventi di abbattimento e ricostruzione per renderla adeguata allo sviluppo urbanistico e demografico di Telese Terme”. Ad affermarlo è il sindaco di Telese Terme, Pasquale Carofano.

“Tuttavia – prosegue Carofano – se da amministratrice scrupolosa, avesse avuto il buon garbo istituzionale di leggere gli atti deliberativi prima di urlare allo scandalo, avrebbe scoperto che questa Amministrazione lucidamente consapevole della condizione dello stabile ha presentato sulla piattaforma i.TER della Regione Campania un progetto esecutivo di 5 milioni di euro che prevede l’abbattimento e la ricostruzione dell’edificio. Pertanto, essendo il Municipio il luogo simbolo della comunità, che si dovrebbe qualificare per accoglienza e sicurezza, abbiamo ritenuto di dover candidare il nostro progetto. Ed è per questo che la sua chiosa finale di una “città ferita nella sua dignità ed orgoglio” la faccio mia e la rimando al mittente. Ad oggi infatti non ancora conosciamo la sua posizione su ciò che ha ferito la nostra comunità in un recente passato su atti o questioni gravi che di certo non riguardano la mia amministrazione”.

Tags:

             

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio