mercoledì 20 febbraio 2019 Arpaise, coltivazione e produzione di sostanza stupefacente.Arrestati dai Carabinieri padre e figlio. | infosannionews.it mercoledì 20 febbraio 2019
In evidenza

Museo Archeologico del Sannio Caudino di Montesarchio : “Un pomeriggio al Museo”

Venerdì 22 febbraio, primo appuntamento della rassegna dedicata alle collezioni ...

Al Teatro Romano di Benevento “Aperitivo in musica” sabato 23 febbraio.

Al Teatro Romano di Benevento Aperitivo in musica sabato 23 febbraio.

Sabato 23 febbraio 2019, dalle ore 10,30 nel Teatro Romano ...

Benevento. Implementazione dell’infrastruttura della banda ultra larga in città.

Benevento. Implementazione dell’infrastruttura della banda ultra larga in città.

La Giunta comunale nella seduta odierna ha approvato la delibera ...

Acqua. A Benevento arriverà l'acqua di San Salvatore Telesino

Convocata dal sindaco Clemente Mastella, questa mattina si è tenuta ...

Confindustria Benevento aderisce alla Rete di Confindustria per la Montagna.

Consegnato al ministro Erica Stefani il dossier per sostenere il ...

Telese Terme, la Volante ritrova la refurtiva trafugata da un appartamento il giorno prima.

A seguito di specifici servizi di controllo del territorio volti ...

Arpaise, coltivazione e produzione di sostanza stupefacente.Arrestati dai Carabinieri padre e figlio.

12/02/2018
By

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Montesarchio, nell’ambito di un’attività di indagine finalizzata al contrasto del fenomeno della produzione e coltivazione di sostanze stupefacenti, hanno individuato una piantagione all’interno di una abitazione privata sita nella frazione Terranova del comune di Arpaise.

I Militari dopo un periodo di osservazione hanno proceduto al controllo di tutta l’abitazione, dove, all’interno di un garage venivano trovate, ben occultate, due serre contenenti 20 piante di marijuana, delle quali 5 alte mt. 1,50 circa e n. 15 alte circa cm. 40 pronte per il trapianto. Nel prosieguo della perquisizione venivano inoltre rinvenuti 220 semi, 30 rametti essiccati, materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente e materiale per la produzione come fertilizzanti, concimi, un deumidificatore e numerose lampade per il riscaldamento dell’ambiente.

Da successivi accertamenti eseguiti presso laboratorio dell’Arma dei Carabinieri si è accertato che la sostanza in questione pesava complessivamente circa 7 kg. e che dalla stessa sarebbero state ricavate circa 9000 dosi pronte per essere immesse nel mercato locale.

I soggetti, padre e figlio, rispettivamente di anni 41 e 19, che curavano tale “attività”, sono stati quindi tratti in arresto per i reati di produzione e coltivazione di sostanze stupefacenti e sottoposti ai domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
La sostanza stupefacente, il materiale per in confezionamento e quello utilizzato per la produzione venivano sottoposti a sequestro.

Tags:

             

Ca.Ri. srl

Italia Service Servizi Finanziari s.r.l.

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio