In evidenza
Finanziamento pero per il Paes. De Nigris appureremo la causa e cercheremo di recuperare le risorse

Finanziamento pero per il Paes. De Nigris appureremo la causa e cercheremo di recuperare le risorse

"Riservandomi ogni ulteriore accertamento interno, circa le cause che hanno ...

Giovedì 31 Maggio verrà presentato il nuovo libro di Giuseppe De Lorenzo

"Quarant'anni tra le sbarre" è il titolo edito da Edizioni ...

L'Associazione Radici International chiede: è stata presentata regolare denuncia per il furto d'acqua dell'Asia?

L’associazione Radici International sede di Benevento, attraverso il suo coordinatore ...

Le dichiarazioni di Claudio Ricci sulle modifiche statutarie all’Asea.

Le dichiarazioni di Claudio Ricci sulle modifiche statutarie all'Asea.

Il Presidente della Provincia di Benevento Claudio Ricci ha sottolineato, ...

Il 27 Maggio a San Marco dei Cavoti “Domenica a 4 zampe”.

"Il 27 maggio alle ore 15.00,l’associazione IRIS ACLI TERRA di ...

Concorso“Città di Airola”, la grande festa delle Scuole a indirizzo musicale

Concorso“Città di Airola”, la grande festa delle Scuole a indirizzo musicale

Circa 800 musicisti in due giorni nel centro caudino. Tanti ...

La nostra opinione. Il Benevento dei primi tempi avrebbe 6 punti in più

12/02/2018
By

Anche ieri sera  il Benevento è scoppiato nella ripresa e gli avversari hanno dilagato.

Se le partite  fossero terminate dopo i primi 45 minuti, il Benevento avrebbe 13 punti in classifica e alcune squadre che lo precedono, alcuni punti in meno. I giallorossi, quind, sarebbero stati  in piena lotta per non retrocedere con buone chances di riuscirci. Neanche il cambio di allenatore e di entourage ha portato un cambiamento di rotta in tal senso nel mentre sembra che gli infortuni siano in qualche modo diminuiti.

Ora :  o è un problema di testa, cioè che al ritorno in campo la paura di perdere ottenebra le mente dei giallorossi, nel mentre nel primo tempo pensano che comunque c’è il secondo  per rimediare, oppure è una questione fisica e, se fino a Natale si poteva accusare di ciò la “banda Baroni”,  dopo Natale è di totale ed esclusiva “competenza”, diciamo così, di De Zerbi e company.

E questo a prescidere dagli uomini, dagli schemi ed alchimie tattiche varie. Chi deve fare un miracolo e salvarsi deve gettare mente, cuore e gambe oltre l’ostacolo. Gli uni  non possono prescindere dagli altri  e viceversa.

Ritornando alla partita dell’Olimpico, bisogna affrettare i tempi per far giocare i nuovi. La difesa di ieri sera, come quella con il Napoli, ad esempio, lascia molto a desiderare. D’altra parte, se fosse stata valida, non sarebbero arrivati  i vari Billong, Tosca, Sagna. 

Meditate, tifosi, meditate. 

 

Tags:

             

GIRO D’ITALIA 2018 – PARTENZA DA PESCO SANNITA

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio