In evidenza
Finanziamento pero per il Paes. De Nigris appureremo la causa e cercheremo di recuperare le risorse

Finanziamento pero per il Paes. De Nigris appureremo la causa e cercheremo di recuperare le risorse

"Riservandomi ogni ulteriore accertamento interno, circa le cause che hanno ...

Giovedì 31 Maggio verrà presentato il nuovo libro di Giuseppe De Lorenzo

"Quarant'anni tra le sbarre" è il titolo edito da Edizioni ...

L'Associazione Radici International chiede: è stata presentata regolare denuncia per il furto d'acqua dell'Asia?

L’associazione Radici International sede di Benevento, attraverso il suo coordinatore ...

Le dichiarazioni di Claudio Ricci sulle modifiche statutarie all’Asea.

Le dichiarazioni di Claudio Ricci sulle modifiche statutarie all'Asea.

Il Presidente della Provincia di Benevento Claudio Ricci ha sottolineato, ...

Il 27 Maggio a San Marco dei Cavoti “Domenica a 4 zampe”.

"Il 27 maggio alle ore 15.00,l’associazione IRIS ACLI TERRA di ...

Concorso“Città di Airola”, la grande festa delle Scuole a indirizzo musicale

Concorso“Città di Airola”, la grande festa delle Scuole a indirizzo musicale

Circa 800 musicisti in due giorni nel centro caudino. Tanti ...

Fatebenefratelli, il 3 Febbraio convegno: La sedazione in terapia intensiva”

02/02/2018
By

Ospedale Fatebenefratelli 

Sabato 3 febbraio, a partire dalle ore 8.30, si terrà presso la Sala Congressi “Maria De Giovanni” – Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli, il convegno sul tema “LA SEDAZIONE IN TERAPIA INTENSIVA” organizzato dall’U.O.C. di Anestesia e Rianimazione

L’esperienza del ricovero in terapia intensiva – ha dichiarato la responsabile dell’unità operativa Dott.ssa Maria Cusano – è descritta, secondo risultati di inchieste e studi effettuati, come un evento traumatico per il paziente, caratterizzato da una serie di disagi fisici e psichici che si aggiungono alla patologia di base che ha motivato il ricovero.
Scopo del convegno è quello di affrontare in maniera multidisciplinare le varie problematiche del paziente ricoverato in terapia intensiva, dalla deprivazione del sonno alla corretta analgosedazione, alla diagnosi precoce dei disturbi dispercettivi, all’umanizzazione delle cure fino all’accoglienza dei familiari.
In terapia intensiva infatti, spesso il paziente è solo, non dorme, o almeno non in maniera adeguata, è agitato, ha dolore e presenta disturbi della coscienza che possono portare ad una sindrome di stress post traumatico qualora venga risolta l’emergenza rianimatoria.
Le tematiche – ha concluso la dott.ssa Cusano – saranno trattate da esperti del settore: rianimatori, psicologi, neurologi, logopedisti, alcuni dei quali provenienti da altre province e da altre regioni.

Tags:

             

GIRO D’ITALIA 2018 – PARTENZA DA PESCO SANNITA

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio