mercoledì 8 aprile 2020 Question Time al Comune di breve durata.Botta e risposta tra Pepe e Tibaldi. | infosannionews.it mercoledì 8 aprile 2020
Smooth Slider

Consegnate le visiere - scudo agli operatori del 118

Antonio Di Maria, Presidente della Provincia di Benevento, ha consegnato ...

Gepos: cura dei pazienti affetti da Covid19

Gepos: cura dei pazienti affetti da Covid19

La Regione e l'ASL di Benevento confermano. L'unità di Crisi Regionale ...

Lettera di mons. Felice Accrocca in occasione della S. Pasqua 2020

Lettera di mons. Felice Accrocca in occasione della S. Pasqua 2020

E' Pasqua anche quest'anno! Carissimi, è Pasqua anche quest’anno, forse ancor ...

L’AsDIM ha regalato uova di Pasqua alle parrocchie per i bambini bisognosi.

Un cadeau è stato dato anche alla Caserma dei Carabinieri ...

Resistenze musicali, Accademia in streaming

Resistenze musicali, Accademia in streaming

Con Resistenze Musicali – Accademia in Streaming, anche a Benevento ...

Avicola Mauro: arrivano i primi risultati dei tamponi

Avicola Mauro: arrivano i primi risultati dei tamponi

Nel pomeriggio il Servizio di Epidemiologia dell’Azienda Sanitaria di Benevento ...

Question Time al Comune di breve durata.Botta e risposta tra Pepe e Tibaldi.

21/05/2012
By

Question time stamattina al comune rapido e poco edificante. Infatti la seduta consiliare, atta a sviluppare  interrogazioni ed  interpellanze, si è ridotta ad un rapido botta e risposta.

I lavori si sono aperti con un minuto di raccoglimento dedicato a due  tragici episodi : quello che ha sconvolto   il liceo “Morvillo-Falcone” di Brindisi in cui ha perso la vita una studentessa di 16 anni e quello relativo al sisma in Emilia Romagna che ha reciso  vite e provocato  disagi agli abitani del posto.

Le interrogazioni da parte dell’opposizione sono state due: una sulla vicenda tributi e sulla questione relativa al servizio affissioni con il caso Digep  presentata dal consigliere comunale del Pdl, Roberto Capezzone; l’altra sul controllo delle determine dirigenziali on line presentata da Luigi De Nigris di Sud Innovazione e Legalità. Rimandata l’interrogazione presentata dal gruppo Tèl per discutere di politiche sociali con l’assessore al ramo Luigi Scarinzi,  perchè nessun esponente era presente in aula .

Delle due richieste  di Capezzone a Cosimo Lepore,  per quanto riguarda la riscossione tributi l’assessore alle Finanze del Comune di Benevento ha velocemente affermato che “è compito degli uffici comunali riscuotere i tributi”,  mentre, per quanto concerne il servizio affissioni, “esso è da tempo esternalizzato”. In relazione alla vicenda Digep, Lepore ha poi affermato  che la questione va avanti da tempo ed ha creato qualche problema di troppo. Poi ha puntualizzato che l’amministrazione comunale ha rescisso il contratto con la Digep affidando l’incarico alla seconda ditta in graduatoria: “Attendiamo che quest’ultima ditta accetti l’incarico per gestire il servizio affissioni comunale”. E’ stata la volta quindi di Luigi De Nigris il quale  non avendo avuto risposta alla sua interpellanza ha detto : “Ho presentato la mia interrogazione lo scorso febbraio – rivolgendosi risentito al Presidente del Consiglio Comunale Luigi Boccalone – tempo a sufficienza ne avete avuto. Questo denota la scarsa attenzione alla questione ed a questo punto non posso fare altro che rivolgere istanza al Prefetto  di Benevento Ennio Blasco”.

A seduta sciolta  ha preso la parola Tibaldi che si è detto “risentito ed amareggiato” perchè il sindaco Pepe,  senza comunicazione ufficiale, lo ha nominato nella Consulta per i diversamente abili ed ha affermato: “Questa nomina mi onora,  ma non ho ricevuto nessuna notifica e mi sono trovato in difficoltà con i colleghi dell’opposizione”. Prontamente il sindaco ha replicato dicendo semplicemente che le nomine le decide il sindaco e dunque non c’è bisogno di interpellare nessuno : “Mi è parso corretto – ha spiegato il sindaco – nominare per l’opposizione i due candidati sindaco  che si sono battuti con me alle ultime elezioni, ovvero Tibaldi e Nardone. Offendersi per una cosa del genere mi sembra eccessivo”.

Print This Post Print This Post