In evidenza
Montesarchio. Carabinieri eseguono controllo straordinario del territorio

Montesarchio. Carabinieri eseguono controllo straordinario del territorio

Vasta e diversificata operazione di perlustrazione e controllo del territorio ...

Piano Lavoro, Mortaruolo: “Sto programmando un incontro con i Sindaci sanniti”

“Nei prossimi giorni organizzerò un incontro con tutti i sindaci ...

Giovedì 18 ottobre si è riunito il Coordinamento Cittadino del Partito Democratico.

Giovedì 18 ottobre si è riunito il Coordinamento Cittadino del Partito Democratico.

All'ordine del giorno, l'organizzazione dei lavori in vista della stagione ...

Benevento. Il 26 Ottobre si inaugura il nuovo allestimento del restaurato Obelisco di Iside

Benevento. Il 26 Ottobre si inaugura il nuovo allestimento del restaurato Obelisco di Iside

L'inaugurazione al Museo del Sannio. Il 26 Ottobre 2018 alle ore ...

Ugo Dell’Unto riconfermato alla presidenza di AISM Benevento

Ugo Dell’Unto è stato riconfermato Presidente dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla(AISM) ...

A San Giorgio del Sannio sequestro probatorio dell’area della villa comunale

07/12/2017
By

Il terreno utilizzato per la costruenda area pubblica risulta contaminato da diverse sostanze pericolose e nocive per la salute pubblica.

Tribunale di Benevento

Questa mattina, nell’ambito di un’ attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento nel settore dell’ inquinamento ambientale, il personale Clel NIPAAF di Benevento. unitamente a quello della Stazione Carabinieri Forestale di S. Giorgio del Sannio. ha eseguito il sequestro probatorio dell’area pubblica di circa 8.000 mq, adibita come Villa connunale di San Giorgio del Sannio, in Via Aldo Moro, in quanto dalle analisi chimiche effettuate dal personale ARPAC di Benevento è risultato che i terreni utilizzati per la costruenda area pubblica sono stati contaminati da diverse sostanze pericolose e nocive per la salute pubblica, quali DD’s (pesticidi organoclorurati) con valore superiore al doppio di quello ammesso per le aree destinate a verde pubblico. Berillio con valore triplicato rispetto a quello consentito, Benzo (a) Pirene con alore oltre che sestuplicato. Indcno (1,2,3-c,d) Pirene con valore più che triplicato. nonché Benzo (g,h,i,) perilene, anclfesso con valore più che triplicato.
E stata pertanto accertata la potenziale contaminazione dell’area, peraltro ubicata in piena zona residenziale. per la presenza di valori di concentrazione soglia di contaminazione (CSC) superiori a quelli stabiliti per il suolo ed indicati nella Tab. I Colonna A (siti ad uso verde pubblico, privato e residenziale) delFAllegato 5 del Titolo V della parte quarta del d.lgs. n. 152/06.
La misura cautelare reale, dunque, si è rilevata necessaria in funzione del prosieguo delle indagini, al fine di fornire adeguato riscontro materiale alle risultanze investigative, nonché al fine di rendere possibile il conferimento dell’incarico al C. T.U. per stabilire se vi sia una compromissione o un deterioramento del suolo significativo e misurabile in relazione ai parametri di cui al comma I dell’art. 452-bis c.p..
Sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati all’individuazione di eventuali responsabili della contaminazione riscontrata.

Tags:

             

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio