In evidenza

Una generosa Accademia cede in casa contro il Bari

Ancora un ko casalingo per l’Accademia, sconfitta nella decima gara ...

Benevento. Furgoncino finisce in una cunetta profonda in contrada Pantano

In zona Pantano a Benevento è presente da tempo una ...

Mobilità e Traffico. Le proposte del Gruppo Consiliare i Moderati

Mobilità e Traffico. Le proposte del Gruppo Consiliare i Moderati

Puzio, Franzese e Russo replicano poi al presidente del Consiglio ...

Sant'Agata de' Goti. Contrasto ai furti, i Carabinieri denunciano due persone

Non si ferma la controffensiva posta in essere dai Carabinieri ...

Risonanze di Quartiere… II Edizione

Incontri con l’Arte all’Artificio Neri, Natale 2017 – Chiesa San ...

Distretto Turistico Viaticus: la Regione Campania dà il via libera

"Grande soddisfazione per l'esito positivo della Conferenza di Servizi!" - ...

A San Giorgio del Sannio sequestro probatorio dell’area della villa comunale

07/12/2017

Il terreno utilizzato per la costruenda area pubblica risulta contaminato da diverse sostanze pericolose e nocive per la salute pubblica.

Tribunale di Benevento

Questa mattina, nell’ambito di un’ attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento nel settore dell’ inquinamento ambientale, il personale Clel NIPAAF di Benevento. unitamente a quello della Stazione Carabinieri Forestale di S. Giorgio del Sannio. ha eseguito il sequestro probatorio dell’area pubblica di circa 8.000 mq, adibita come Villa connunale di San Giorgio del Sannio, in Via Aldo Moro, in quanto dalle analisi chimiche effettuate dal personale ARPAC di Benevento è risultato che i terreni utilizzati per la costruenda area pubblica sono stati contaminati da diverse sostanze pericolose e nocive per la salute pubblica, quali DD’s (pesticidi organoclorurati) con valore superiore al doppio di quello ammesso per le aree destinate a verde pubblico. Berillio con valore triplicato rispetto a quello consentito, Benzo (a) Pirene con alore oltre che sestuplicato. Indcno (1,2,3-c,d) Pirene con valore più che triplicato. nonché Benzo (g,h,i,) perilene, anclfesso con valore più che triplicato.
E stata pertanto accertata la potenziale contaminazione dell’area, peraltro ubicata in piena zona residenziale. per la presenza di valori di concentrazione soglia di contaminazione (CSC) superiori a quelli stabiliti per il suolo ed indicati nella Tab. I Colonna A (siti ad uso verde pubblico, privato e residenziale) delFAllegato 5 del Titolo V della parte quarta del d.lgs. n. 152/06.
La misura cautelare reale, dunque, si è rilevata necessaria in funzione del prosieguo delle indagini, al fine di fornire adeguato riscontro materiale alle risultanze investigative, nonché al fine di rendere possibile il conferimento dell’incarico al C. T.U. per stabilire se vi sia una compromissione o un deterioramento del suolo significativo e misurabile in relazione ai parametri di cui al comma I dell’art. 452-bis c.p..
Sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati all’individuazione di eventuali responsabili della contaminazione riscontrata.

Tags:

             

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio