In evidenza

Una generosa Accademia cede in casa contro il Bari

Ancora un ko casalingo per l’Accademia, sconfitta nella decima gara ...

Benevento. Furgoncino finisce in una cunetta profonda in contrada Pantano

In zona Pantano a Benevento è presente da tempo una ...

Mobilità e Traffico. Le proposte del Gruppo Consiliare i Moderati

Mobilità e Traffico. Le proposte del Gruppo Consiliare i Moderati

Puzio, Franzese e Russo replicano poi al presidente del Consiglio ...

Sant'Agata de' Goti. Contrasto ai furti, i Carabinieri denunciano due persone

Non si ferma la controffensiva posta in essere dai Carabinieri ...

Risonanze di Quartiere… II Edizione

Incontri con l’Arte all’Artificio Neri, Natale 2017 – Chiesa San ...

Distretto Turistico Viaticus: la Regione Campania dà il via libera

"Grande soddisfazione per l'esito positivo della Conferenza di Servizi!" - ...

Seconda rassegna “Santa Sofia in Santa Sofia”. Gli appuntamenti da venerdì 8 a domenica 10

06/12/2017

Prima della pausa natalizia, procede spedito e con successo il programma della seconda edizione della rassegna “Santa Sofia in Santa Sofia”, promossa dall’Accademia di Santa Sofia di Benevento, con la direzione artistica di Marcella Parziale.

Da Venerdi 8 dicembre a Domenica 10 dicembre prossimi, appuntamento alle ore 19.00, nella Chiesa di Santa Sofia di Benevento, con i musicisti Luca Signorini, Gianluca Giganti, Andrea Noferini, i quali eseguiranno, suddiviso in tre serate, l’Integrale delle suite per violoncello solo di J.S. Bach.

Le sei Suites per Violoncello solo (Cello Suites, 1720: BWV 1007-1012) sono rimaste praticamente sconosciute fino al 1936, quando il celebre musicista Pablo Casals le trasse da un lungo oblio e ne curò una famosa esecuzione di riferimento, e da allora hanno sempre rappresentato un punto di arrivo ed un banco di prova per i maggiori solisti di tutto il mondo. Dal momento che non esistono copie manoscritte originali che rechino indicazioni per l’esecutore, molte decisioni interpretative sono state prese di volta in volta dagli esecutori più prestigiosi (tra i quali vale la pena di menzionare Mstislav Rostropovich, Mischa Maisky e Yo-Yo Ma), con particolare riguardo agli staccati, ai tempi di esecuzione, alle arcate, rendendo talora le varie registrazioni percepibilmente dissimili tra loro.

Ciascun incontro sarà preceduto dalla conversazione storica
“La Cattedrale di Benevento”, a cura di Don Mario Iadanza.
Saranno trattati tre temi specifici riguardanti il Duomo cittadino: “Dalla fondazione (secolo V) alla distruzione bellica del 1943”; “La porta di bronzo”; “I carmi sepolcrali”.

Tags:

             

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio