Altrabenevento. Città inquinata ma l’amministrazione fa solo finta di chiudere alcune strade | infosannionews.it
In evidenza
I delegati al Congresso Nazionale di Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale

I delegati al Congresso Nazionale di Fratelli d'Italia Alleanza Nazionale

Al President Hotel si è svolto il congresso provinciale di ...

Torrecuso. Ristrutturazione del plesso scolastico Antonio Fusco: l'assessore Alessandra Limata, annuncia l'avvio dei lavori

Finalmente i lavori per l'ampliamento e l'ammodernamento dell' edificio scolastico ...

Ritorno all'agricoltura, Mortaruolo: “Noi ci crediamo e siamo vicini ai giovani”

“Tornare all'agricoltura rappresenta il modo migliore per dare a un ...

GESESA Per il Territorio: “Bimbi in Bici”, Terza Tappa della Prima edizione per Benevento

L'intento è quello di trasmettere tramite lo sport i valori eco ...

Santa Sofia in Santa Sofia: Mariano Rigillo affascina con la Divina Commedia

Pubblico delle grandi occasioni per il ritorno in città del ...

Convegno Anspi il 24 Novembre su: “Oratorio e Nuove Generazioni”

“Oratorio e Nuove Generazioni” è il titolo del convegno che ...

Altrabenevento. Città inquinata ma l’amministrazione fa solo finta di chiudere alcune strade

12/11/2017

“I dati dell’ARPAC confermano che la città è inquinata da polveri sottili e Ozono ma l’amministrazione fa solo finta di chiudere il traffico in alcune strade.” E’ quanto scrivono da Altrabenevento.

Il comunicato continua dicendo : “Per alcune ore di oggi, 12 novembre, è stata parzialmente vietata la circolazione delle auto private solo in alcune strade della zona alta a seguito di una ridicola ordinanza del 10 novembre a firma dell’assessore all’ambiente e vice sindaco, Vincenzo Russi per ridurre l’inquinamento da polveri sottili. Nell’atto si legge che “l’ufficio ambiente per le vie brevi ha comunicato che il 19 ottobre il Pm10 e il PM 2,5 hanno superato i valore massimo delle medie giornaliere ….. il traffico veicolare costituisce una delle cause di inquinamento e che l’esposizione a tali inquinanti costituisce potenziale rischio per la salute”.
Russi che è pure medico, non chiarisce però perché interviene solo adesso “a tutela della salute pubblica”, cioè dopo 21 giorni dalla segnalazione dell’Ufficio Ambiente. Non spiega neppure il vice sindaco perché vieta la circolazione degli automezzi a motore solo in alcune strade nell’area tra Rotonda delle scienze, Rotonda Ponticelli e Tribunale, cioè solo la zona intorno alla centralina di misurazione di alcuni inquinanti in via Mustilli.
Questo provvedimento è ridicolo perché l’inquinamento riguarda tutta la città e non solo una piccola zona vicino al punto di misurazione. Nessun medico, dopo aver misurato la febbre sotto l’ascella del paziente, ordinerebbe di mettere la tachipirina solo sotto braccio. Tutto l’organismo deve essere curato per intero come la città. Gli stessi documenti dell’ARPAC (Agenzia Regionale Protezione Ambiente), che effettua le misurazioni, segnalano che la Centralina BN32 di via Mustilli ha misurato il superamento delle soglie di PM10 in 19 giorni dall’inizio dell’anno. L’altra Centralina nella zona Stadio ha misurato il superamento degli stessi inquinanti per 16 giorni ma ha pure registrato un livello di Ozono superiore al consentito per 25 giorni in questo anno.
Le polveri sottili e l’Ozono procurano danni molto gravi al sistema respiratorio e quindi occorre un lavoro serio e duraturo per ridurre l’inquinamento in questa città e tutelare la salute pubblica. Invece l’amministrazione si limita a provvedimenti di facciata mentre i consiglieri di opposizione, compreso i due grillini, rimangono mediamente distratti.
Segnaleremo questi comportamenti al Ministero dell’Ambiente e alle altre autorità competenti.”

Tags:

             

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio