In evidenza

Rifiuti. Cadoro : E' colpa di De Luca e De Magistris

Forza Italia scende sul territorio con i suoi pezzi da ...

Ad Maiore, l'Unifortunato premia i laureati illustri.Ospite d'onore Valerio Scanu.

Prosegue la programmazione dei grandi eventi organizzata dall’Università Giustino Fortunato ...

Benevento: gli agenti della Polizia di Stato sanzionano un cliente e una cittadina rumena

Nell'ambito dell'intensificazione dei servizi disposti dal Questore di Benevento dott. ...

Benevento. Aggredita dottoressa di Guardia al Servizio Tossicodipendenza

Benevento. Aggredita dottoressa di Guardia al Servizio Tossicodipendenza

"Vigliacca aggressione verso una persone inerme" . Il Sindacato Uil Medici ...

La Summer School Cives si è conclusa con l’apertura del cantiere “comunità in azione”.

«Oggi l’Italia delle aree interne è un territorio con due ...

Provincia di Benevento: Ridenominato il marchio in “A tavola per condividere”.

Provincia di Benevento: Ridenominato il marchio in A tavola per condividere.

Al fine di evitare interferenze e sovrapposizioni con altri marchi ...

Unifortunato, il 24 Ottobre Incontro con il Comandante Alfa

20/10/2017
By

Co-fondatore dei GIS (Gruppo Intervento Speciale dei Carabinieri)

L’Università Telematica Giustino Fortunato, organizza per la giornata di martedì 24 Ottobre, alle ore 10.00, nell’Aula Magna dell’Ateneo, un interessantissimo incontro con il Comandante Alfa –co-fondatore dei GIS (Gruppo di intervento Speciale dei Carabinieri).
Nel corso della giornata presenterà la sua pubblicazione “Io vivo nell’ombra”,  la vita, l’addestramento, le missioni ad alto rischio di un fondatore del GIS

Camminare nell’ombra con la morte accanto per difendere gli altri e la legge. Questa è sempre stata la linea di condotta del Comandante Alfa, uno dei cinque «soci fondatori» del Gruppo di Intervento Speciale dei carabinieri, meglio noto come Gis.
Nato nel 1978, il Gis ha ben presto mostrato sul campo una straordinaria efficienza, con missioni di cui il Comandante Alfa è stato protagonista per oltre trent’anni, per poi diventare istruttore all’apice della carriera. Ripercorrendo le tappe di un’esistenza votata al coraggio e alla segretezza più totale (anche nei confronti dei propri cari), il Comandante rievoca qui i momenti salienti di tante esperienze vissute sul campo in Italia e all’estero. Non solo gli esordi del Gis in funzione antiterroristica negli Anni di Piombo e le lunghe notti in Aspromonte durante la stagione dei sequestri, fino alla liberazione di Cesare Casella, ma anche le missioni nei vari teatri di guerra e l’addestramento della polizia irachena dopo la liberazione di Baghdad. E poi, di nuovo in patria, la scorta a Nicolas Sarkozy durante il G8 dell’Aquila nel 2009, fino all’organizzazione del servizio di protezione del magistrato antimafia Nino Di Matteo, a Palermo, nel 2013. Sono pagine intense, in cui il Comandante Alfa ci svela anche le durissime fasi di addestramento, le armi, le attrezzature, le tipologie di intervento e le tattiche di una delle forze speciali più preparate del mondo.
Il Comandante Alfa è abile nel descrivere non solo le azioni, ma anche le emozioni che lo accompagnano giorno per giorno e lo spingono a continuare questa carriera impossibile.

Tags:

             

Reliquie di San Donato a Pago Veiano

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio