Sabato 14 Ottobre manifestazione davanti la Prefettura dei Sindacati | infosannionews.it
In evidenza

Stella Cirillo compie 18 anni ! Auguri particolari dalla famiglia Santucci.

Una giornata indimenticabile per la simpatica Stella Cirillo che oggi ...

Sottoscritto a Napoli protocollo d'intesa tra ANPCI e AIDO per la donazione degli organi

Ieri, nella sala convegni della Presidenza del Consiglio Regionale della ...

Foglianise. Carabinieri arrestano un ragazzo per spaccio di sostanze stupefacenti.

Continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al ...

Benevento. Ha chiuso i battenti la mostra Benevento 1943. La guerra dopo l'armistizio

Nella sola ultima giornata di chiusura sono stati oltre 250 ...

Regione Campania. Definiti i sei Comitati di Gestione degli Ambiti Territoriali di Caccia

Regione Campania. Definiti i sei Comitati di Gestione degli Ambiti Territoriali di Caccia

“È stata approvata nell’ultima seduta della Giunta regionale della Campania ...

Convegno con il Ministro Fedeli. Ricci : E' impensabile togliere risorse alla Scuola e alla Sanità

Il Presidente della Provincia Claudio Ricci, partecipando ad un pubblico ...

Sabato 14 Ottobre manifestazione davanti la Prefettura dei Sindacati

12/10/2017

Sabato mattina, 14 ottobre, ci sarà una grande mobilitazione in tutte le piazze italiane per rivendicare gli obiettivi della piattaforma unitaria, e a sostegno delle trattative in corso con il Governo.

Anche a Benevento, alle ore 9,00, i lavoratori, i pensionati, i disoccupati e i giovani manifesteranno dinanzi la Prefettura. A seguire i segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil consegneranno nelle mani del prefetto di Benevento, Paola Galeone, il documento rivendicativo.

“Noi vogliamo completare – commenta Fioravante Bosco (Uil Av/Bn) – la seconda fase del confronto sulla previdenza, perché bisogna tutelare sia i giovani, costruendo sin da ora pensioni decenti, sia le donne, su cui spesso gravano i lavori di cura, sia i pensionati, ai quali occorre adeguare il loro magro reddito, sia i lavoratori che svolgono lavori gravosi. Non è possibile continuare a sostenere che non vi sono risorse se poi il Paese registra ogni anno 111 miliardi di evasione, 60 miliardi di corruzione e 27 miliardi di pizzo e usura. È necessario, inoltre, congelare l’incremento automatico dell’età pensionabile legato all’aspettativa di vita: i lavori non sono tutti uguali e non tutti possono andare in pensione alla stessa età. Fermiamo quel meccanismo – ha proseguito Bosco – divenuto ingiusto e inaccettabile, dopo l’approvazione della legge Fornero, e istituiamo una Commissione che stabilisca i criteri sulla base di valutazioni scientifiche e sullo studio delle patologie. Vi è la necessità – ha concluso Bosco – di prevedere più risorse per gli ammortizzatori sociali e benefici fiscali per assumere i giovani; infine vanno rapidamente stipulati i contratti del pubblico impiego”.

Tags: , ,

             

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio