Forchia. Rapina ad un distributore, arrestati i due rapinatori armati. | infosannionews.it
In evidenza

Stella Cirillo compie 18 anni ! Auguri particolari dalla famiglia Santucci.

Una giornata indimenticabile per la simpatica Stella Cirillo che oggi ...

Sottoscritto a Napoli protocollo d'intesa tra ANPCI e AIDO per la donazione degli organi

Ieri, nella sala convegni della Presidenza del Consiglio Regionale della ...

Foglianise. Carabinieri arrestano un ragazzo per spaccio di sostanze stupefacenti.

Continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al ...

Benevento. Ha chiuso i battenti la mostra Benevento 1943. La guerra dopo l'armistizio

Nella sola ultima giornata di chiusura sono stati oltre 250 ...

Regione Campania. Definiti i sei Comitati di Gestione degli Ambiti Territoriali di Caccia

Regione Campania. Definiti i sei Comitati di Gestione degli Ambiti Territoriali di Caccia

“È stata approvata nell’ultima seduta della Giunta regionale della Campania ...

Convegno con il Ministro Fedeli. Ricci : E' impensabile togliere risorse alla Scuola e alla Sanità

Il Presidente della Provincia Claudio Ricci, partecipando ad un pubblico ...

Forchia. Rapina ad un distributore, arrestati i due rapinatori armati.

09/10/2017

L’immediata attuazione del piano antirapina consente di bloccare i malviventi in fuga e recuperare parte della refurtiva. E’ caccia la terzo rapinatore.

I Carabinieri della Compagnia di Montesarchio, intorno alle 7 di stamattina, sono intervenuti in Forchia dove, poco prima, il gestore del distributore Esso, lungo la strada statale Appia, era stato rapinato dell’incasso del fine settimana da tre individui armati di pistola e incappucciati. Il benzinaio, sorpreso all’apertura dell’impianto è stato anche colpito alla testa dal calcio della pistola impugnata da uno rapinatori per costringerlo a consegnare l’incasso, circa 13 mila euro. Subito dopo i tre individui si sono dati alla fuga a bordo di un’auto utilitaria Hyundai Athos.
La vittima è stata trasportata presso un ospedale della provincia di Caserta, dove i medici del Pronto Soccorso gli riscontravano ferite lacero-contuse alla testa, con prognosi di giorni 8.
Sul posto intervenivano i militari della stazione carabinieri di Arpaia e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montesarchio, guidati dal comandante Magg. Leonardo Madario; grazie al dispositivo antirapina predisposto, riuscivano in un primo momento a recuperare l’auto usata dai rapinatori in una via del vicino centro di Arienzo e poco dopo, insieme ai militari della Stazione di Santa Maria a Vico, rintracciavano e bloccavano ad Arienzo due dei tre rapinatori.
Sottoposti a perquisizione personale i carabinieri li trovavano in possesso di una pistola beretta 9×21 con matricola abrasa e un caricatore con 12 colpi, due passamontagna e 8.350 euro in banconote di vario taglio.
Tutto il materiale e l’autovettura sono stati sequestrati.
I due rapinatori, entrambi provenienti dall’hinterland napoletano, sono stati arrestati in arresto in flagranza di reato con l’accusa di rapina aggravata in concorso e porto abusivo di arma clandestina e, tradotti alla Casa Circondariale di Benevento, a disposizione del Sostituto Procuratore di Turno
Sono tuttora in corso le indagini e le ricerche per risalire al terzo autore.

Tags:

             

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio