In evidenza
Centro migranti Morcone. Quattro indagati per minacce a un mediatore culturale per falsificare le presenze.

Centro migranti Morcone. Quattro indagati per minacce a un mediatore culturale per falsificare le presenze.

Sono gravemente indiziate per concorso in truffa per il conseguimento ...

Centro Sociale Polifunzionale “E’ più bello insieme”. Dichiarazione dell’assessore ai Servizi Sociali, Anna Orlando.

Centro Sociale Polifunzionale E' più bello insieme. Dichiarazione dell’assessore ai Servizi Sociali, Anna Orlando.

“In merito alla polemica strumentalmente sollevata dai rappresentanti del Centro ...

E'Più bello insieme.Stamane incontro al Comune settore servizi sociali, ma nulla di fatto.

L'incontro al Comune di Benevento  tra la delegazione del centro “E’ ...

Nomina Mancini, l’ex sindaco Fausto Pepe vince in appello e non dovrà risarcire il Comune.

Nomina Mancini, l'ex sindaco Fausto Pepe vince in appello e non dovrà risarcire il Comune.

L’ex primo cittadino di Benevento Fausto Pepe e l’ex funzionario ...

Comunità Montana del Fortore: Prevenzione e lotta agli incendi boschivi.

Sono state avviate le attività del servizio di prevenzione e ...

Airola. Arresti domiciliari per un ottantenne ed un cinquantunenne

13/08/2017
By

I due risultano essere rispettivamente il mandante e l’esecutore, quest’ultimo in concorso con un trentenne già tratto in arresto, dell’incendio di una autovettura in Airola provocato lo scorso 18 Luglio.

I militari della Compagnia Carabinieri di Montesarchio, in esecuzione di ordinanza di applicazione di misure cautelari, emessa dal G.I.P del Tribunale di Benevento, traevano in arresto F.S. ottantenne, pensionato e R.F., cinquantunenne, disoccupato, entrambi di Airola.
Il provvedimento restrittivo, emesso a conclusione di una serrata attività investigativa, condotta dalla Compagnia Carabinieri di Montesarchio e coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento, consentiva di raccogliere univoci e inconfutabili elementi di colpevolezza nei confronti degli arrestati, che risultano responsabili di incendio, porto e detenzione di ordigni esplosivi, in relazione alla parziale combustione di un’autovettura, provocata in Airola il 18 luglio scorso. Dagli accertamenti, infatti emergeva che F.S. sia stato il mandante dell’azione, mentre R.F., in concorso con C.M., trentenne disoccupato della stessa cittadina, già tratto in arresto in flagranza per il medesimo reato lo scorso 19 luglio ed attualmente detenuto presso la Casa Circondariale di Benevento, sono stati gli esecutori materiali.
Gli ultimi due arrestati, in applicazione dell’odierna ordinanza cautelare, sono ristretti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni.

Tags:

             

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio