Mastella : ” La trasformazione del Teatro Massimo è una variazione urbanistica e come tale da valutare in Consiglio Comunale” | infosannionews.it
In evidenza

Stella Cirillo compie 18 anni ! Auguri particolari dalla famiglia Santucci.

Una giornata indimenticabile per la simpatica Stella Cirillo che oggi ...

Sottoscritto a Napoli protocollo d'intesa tra ANPCI e AIDO per la donazione degli organi

Ieri, nella sala convegni della Presidenza del Consiglio Regionale della ...

Foglianise. Carabinieri arrestano un ragazzo per spaccio di sostanze stupefacenti.

Continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al ...

Benevento. Ha chiuso i battenti la mostra Benevento 1943. La guerra dopo l'armistizio

Nella sola ultima giornata di chiusura sono stati oltre 250 ...

Regione Campania. Definiti i sei Comitati di Gestione degli Ambiti Territoriali di Caccia

Regione Campania. Definiti i sei Comitati di Gestione degli Ambiti Territoriali di Caccia

“È stata approvata nell’ultima seduta della Giunta regionale della Campania ...

Convegno con il Ministro Fedeli. Ricci : E' impensabile togliere risorse alla Scuola e alla Sanità

Il Presidente della Provincia Claudio Ricci, partecipando ad un pubblico ...

Mastella : ” La trasformazione del Teatro Massimo è una variazione urbanistica e come tale da valutare in Consiglio Comunale”

12/08/2017

In relazione alle notizie riportate dalla stampa circa la volontà della proprietà della sala del Teatro Massimo di trasformare la stessa in abitazioni, commercio o altro, l’Amministrazione Mastella fa presente quanto segue.

“Non entrando nel merito della richiesta in quanto la stessa non è stata esaminata in commissione edilizia e nemmeno istruita, si precisa che si tratterebbe, nel caso, di una variazione urbanistica e come tale da valutare in Consiglio Comunale con finalità di interesse pubblico. In questo momento è opportuno segnalare che questa Amministrazione Comunale considera l’esistenza della sala e dei settecento posti a sedere in una zona centrale della città strategicamente importante per la politica di valorizzazione della cultura e del territorio che, seppure con le difficoltà note, si vuole affermare. La programmazione Por 14/20 città medie asse X, sebbene non privilegi le infrastrutture ma i servizi può in sede di concertazione al tavolo delle città di prossima riunione alla Regione Campania, destinare delle risorse per l’acquisizione della sala da parte del Comune. È comunque questa la nostra volontà e a tale obiettivo destineremo ogni nostro sforzo, sperando di trovare una giusta rispondenza nelle altre istituzioni. A chi adombra tempi lontani va ricordato che allora non c’erano le multisala e che Benevento oggi ne fruisce con strutture come Gaveli che sono parte integrante della città”.

Tags:

             

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio