In evidenza

Una generosa Accademia cede in casa contro il Bari

Ancora un ko casalingo per l’Accademia, sconfitta nella decima gara ...

Benevento. Furgoncino finisce in una cunetta profonda in contrada Pantano

In zona Pantano a Benevento è presente da tempo una ...

Mobilità e Traffico. Le proposte del Gruppo Consiliare i Moderati

Mobilità e Traffico. Le proposte del Gruppo Consiliare i Moderati

Puzio, Franzese e Russo replicano poi al presidente del Consiglio ...

Sant'Agata de' Goti. Contrasto ai furti, i Carabinieri denunciano due persone

Non si ferma la controffensiva posta in essere dai Carabinieri ...

Risonanze di Quartiere… II Edizione

Incontri con l’Arte all’Artificio Neri, Natale 2017 – Chiesa San ...

Distretto Turistico Viaticus: la Regione Campania dà il via libera

"Grande soddisfazione per l'esito positivo della Conferenza di Servizi!" - ...

Giovanni Picone lascia l’associazione Lipu Benevento

01/08/2017

“E’ da considerare concluso il mio attivismo con l’associazione Lipu. – scrive Giovanni Picone –
Dopo 4 anni di volontariato attivo con la Lipu, lascio la locale sezione di Benevento.
Si tratta di una scelta per me inevitabile, in quanto non condivido più la conduzione attuata dal delegato provinciale Marcello Stefanucci, ne altrettanto la sua gestione dell’Oasi Zone Umide Beneventane (gestita dalla Lipu dal 2013 per conto della Provincia di Benevento) che non ha portato nessun beneficio al territorio, se non alcune occasionali escursioni naturalistiche, che peraltro si svolgevano anche da prima dell’istituzione dell’oasi.
La mia è una decisione nata anche dalla consapevolezza che il mio impegno negli anni non sia stato corrispondente agli obbiettivi di tutela ambientale che volevo attuare a livello locale, a causa di una gestione personalistica della sezione da parte del delegato provinciale.
D’altronde svolgo attività di volontariato ambientale da circa sei anni (dal 2011 al 2013 sono stato un attivista del WWF) e sono convinto che l’associazionismo funzioni quando dei singoli si aggregano in associazione con lo scopo di condividere gli stessi valori e principi, ma se questo viene a mancare, c’è il rischio di incombere in risultati controproducenti.
Per il futuro manterrò il mio impegno sui temi ambientali, nel contempo cercando di promuovere una cultura ecologista, al giorno d’oggi sempre più indispensabile e ampiamente condivisa per ridurre l’accelerazione verso un cambiamento climatico che rischia di essere catastrofico”.

 

Tags:

             

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio