Giovanni Picone lascia l’associazione Lipu Benevento | infosannionews.it
In evidenza

Stella Cirillo compie 18 anni ! Auguri particolari dalla famiglia Santucci.

Una giornata indimenticabile per la simpatica Stella Cirillo che oggi ...

Sottoscritto a Napoli protocollo d'intesa tra ANPCI e AIDO per la donazione degli organi

Ieri, nella sala convegni della Presidenza del Consiglio Regionale della ...

Foglianise. Carabinieri arrestano un ragazzo per spaccio di sostanze stupefacenti.

Continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al ...

Benevento. Ha chiuso i battenti la mostra Benevento 1943. La guerra dopo l'armistizio

Nella sola ultima giornata di chiusura sono stati oltre 250 ...

Regione Campania. Definiti i sei Comitati di Gestione degli Ambiti Territoriali di Caccia

Regione Campania. Definiti i sei Comitati di Gestione degli Ambiti Territoriali di Caccia

“È stata approvata nell’ultima seduta della Giunta regionale della Campania ...

Convegno con il Ministro Fedeli. Ricci : E' impensabile togliere risorse alla Scuola e alla Sanità

Il Presidente della Provincia Claudio Ricci, partecipando ad un pubblico ...

Giovanni Picone lascia l’associazione Lipu Benevento

01/08/2017

“E’ da considerare concluso il mio attivismo con l’associazione Lipu. – scrive Giovanni Picone –
Dopo 4 anni di volontariato attivo con la Lipu, lascio la locale sezione di Benevento.
Si tratta di una scelta per me inevitabile, in quanto non condivido più la conduzione attuata dal delegato provinciale Marcello Stefanucci, ne altrettanto la sua gestione dell’Oasi Zone Umide Beneventane (gestita dalla Lipu dal 2013 per conto della Provincia di Benevento) che non ha portato nessun beneficio al territorio, se non alcune occasionali escursioni naturalistiche, che peraltro si svolgevano anche da prima dell’istituzione dell’oasi.
La mia è una decisione nata anche dalla consapevolezza che il mio impegno negli anni non sia stato corrispondente agli obbiettivi di tutela ambientale che volevo attuare a livello locale, a causa di una gestione personalistica della sezione da parte del delegato provinciale.
D’altronde svolgo attività di volontariato ambientale da circa sei anni (dal 2011 al 2013 sono stato un attivista del WWF) e sono convinto che l’associazionismo funzioni quando dei singoli si aggregano in associazione con lo scopo di condividere gli stessi valori e principi, ma se questo viene a mancare, c’è il rischio di incombere in risultati controproducenti.
Per il futuro manterrò il mio impegno sui temi ambientali, nel contempo cercando di promuovere una cultura ecologista, al giorno d’oggi sempre più indispensabile e ampiamente condivisa per ridurre l’accelerazione verso un cambiamento climatico che rischia di essere catastrofico”.

 

Tags:

             

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio