venerdì 26 Novembre 2021 Rotary Club Valle Telesina: presenta il progetto “Un ponte tra famiglia e scuola” | infosannionews.it venerdì 26 Novembre 2021
Smooth Slider
Un nuovo decesso per Covid al “San Pio”

Un nuovo decesso per Covid al San Pio

Ancora un decesso per Covid al "San Pio". A perdere ...

Il papà di Eataly a Unisannio per l'inaugurazione dell'anno accademico

Oscar Farinetti parteciperà alla cerimonia in programma il 28 gennaioOscar ...

Confindustria e Asl in Tandem per la Prevenzione Oncologica

Oltre 70 gli screening effettuati a limatola con il supporto ...

Noi Campani all’on.Umberto Del Basso De Caro: “Non accettiamo lezioni da chicchessia”

Noi Campani all'on.Umberto Del Basso De Caro: Non accettiamo lezioni da chicchessia

“Prendiamo atto delle affermazioni dell’onorevole Umberto Del Basso De Caro, ...

Stampa articolo Stampa articolo

Rotary Club Valle Telesina: presenta il progetto “Un ponte tra famiglia e scuola”

15/10/2016
By

Consapevolezza su ADHD e DSA lungo l’arco della scolarità: formazione, rilevazione ed intervento.

rotary-club-telese-terme

L’impegno del Rotary Club Valle Telesina con l’adesione dei Rotary Club Benevento, Caserta, Valle Caudina, Piedimonte Matese e Capua, la disponibilità del comune di Telese Terme (BN) e l’interesse congiunto delle associazioni di familiari AIFA onlus – Campania e AID sez. Benevento, ha portato alla creazione del progetto “Un ponte tra famiglia e scuola”. Un progetto di sensibilizzazione e di aumento della consapevolezza su due importanti disturbi del neurosviluppo (ADHD e DSA), che coinvolgono sempre più persone, considerata l’incidenza statistica italiana degli stessi, sulla popolazione scolastica che va anche oltre il 3%. Le difficoltà familiari, didattiche, psicologiche e sociali per la presa in carico di tali alunni sono molteplici e possono essere affrontate solo da un processo partecipato e consapevole in cui i diversi protagonisti contribuiscono con le proprie esperienze e conoscenze.
Un progetto che mira ad aumentare la conoscenza dei disturbi con l’intento di indurre in genitori ed insegnanti una maggiore competenza, consapevolezza e senso di efficacia in coloro che sono coinvolti nei processi di crescita e formazione, ovvero della presa in carico dei soggetti con tali disturbi, affinché tutti gli studenti che ne soffrono possano accedere ad una didattica inclusiva ed avere maggiori opportunità di successo scolastico, di relazione, di crescita personale e professionale.
Il progetto di ricerca azione “Un ponte tra famiglia e scuola”, pertanto ha lo scopo primario di preparare il corpo docente delle scuole di ogni ordine e grado a riconoscere ed affrontare con maggiore consapevolezza l’ADHD ed i DSA; individuare possibili casi di disturbo del neurosviluppo quali ADHD e DSA al fine di implementare apposite strategie metodologiche di didattica inclusiva e compensativa per favorire il miglior successo scolastico possibile; costituire uno sportello d’ascolto con incontri programmati allo scopo di fornire indicazioni sulla predisposizione di un piano didattico personalizzato su alcuni e specifici casi, fornendo le strategie più adatte ed efficaci da adottare per il singolo alunno.
Il progetto si sviluppa in 3 fasi
1° Fase – Presentazione del progetto 21 Ottobre 2016
2° Fase – 8 Incontri volti ad aumentare la consapevolezza su ADHD e DSA
3° Fase – Attivazione dello Sportello di Ascolto

Quando si parla di disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) e di disturbo specifico di apprendimento (DSA), oltre a rilevare la presenza di un disturbo, è necessario delineare un profilo individuale delle diverse difficoltà possibili a livello relazionale e neuropsicologico al fine di favorire interventi didattici e psicosociali volti al raggiungimento del successo formativo e dell’inclusione scolastica.
Con il presente progetto, attraverso l’eventuale rilevazione delle difficoltà degli alunni, si cercherà di illustrare, prima di tutto, le caratteristiche dei disturbi del neurosviluppo presentando delle modalità di intervento inclusivo, che a volte necessita di un processo di cambiamento interno alla scuola stessa mediante il quale ha come attori principali non solo il singolo bambino, ma anche i suoi compagni e i suoi insegnanti.

1° Fase – Presentazione del progetto 21 Ottobre 2016
Il progetto, in occasione del mese europeo della Consapevolezza su ADHD (Ottobre 2016) e a poca distanza dalla settimana nazionale dei DSA (4-10 Ottobre 2016), sarà presentato il 21 Ottobre 2016 alle ore 16:30 al centro congressi delle terme di Telese in Piazza Minieri n.1 a Telese Terme (BN).
21 Ottobre 2016 15:30-17:30: Presentazione del progetto
Moderazione dott. Domenico Dragone – Interverranno
– Rotary Club Valle Telesina dott. Lucio Altieri
– CTI IC Telese Terme – Dirigente scolastico dott. Pisaniello Luigi
– Associazioni dei familiari AIFA onlus – Campania presidente dott. M. Micco
– AID sez. Benevento presidente dott.ssa Cinzia De Cicco
– Presentazione del Progetto: dott. Roberto Ghiaccio

2° Fase – 8 Incontri volti ad aumentare la consapevolezza su ADHD e DSA
Gli incontri sono rivolti agli insegnanti delle scuole di ogni ordine della Valle Telesina e zone limitrofe e saranno tarati sulla scolarità target: infanzia, primaria, secondaria I grado, secondaria II grado, variando così argomenti e specialisti relatori allo scopo di fornire informazioni dettagliate e quanto più possibili esaustive, adattate all’uditorio.
Gli incontri avranno la durata di 4 ore di cui 2 di Teoria (T) e 2 di Pratica (P) sullo specifico disturbo.
Gli incontri si svolgeranno nei mesi di novembre ed dicembre e secondo le seguenti modalità e contenuti.
– parte clinica 2 ore, descrizione dei disturbi, eziologia, profilo neuropsicologico, funzionamento in classe, indicatori di rischio, e segnali predittori. Spiegazione delle modalità somministrazione e scoring dei questionari osservativi protagonisti della rilevazione;
– parte pratica 2 ore in cui verranno esposte lo strategie e le metodologie didattiche riconosciute e validate dalle linee di consenso.
Da sottolineare che ogni incontro sarà tarato sulla scolarità target, variando così argomenti e specialisti relatori allo scopo di fornire dettagliate e quanto più possibili informazioni esaustive adattate all’uditorio.
Di seguito la calendarizzazione degli stessi con indicazione del relatore per scolarità target:

 

Scuole Ordine e Grado Tema Data Relatori
Infanzia DSA NOVEMBRE 2016 2 ore T. Dragone Domenico

2 ore P. De Cicco Cinzia

Infanzia ADHD NOVEMBRE 2016 2 ore T. Dragone Domenico

2 ore P. Coppola Barbara

Primaria DSA NOVEMBRE 2016 2 ore T. Dragone Domenico

2 ore P. De Cicco Cinzia

Primaria ADHD NOVEMBRE 2016 2 ore T. Dragone Domenico

2 ore P. Coppola Barbara

Secondaria di I grado DSA DICEMBRE 2016 2 ore T. Ghiaccio Roberto

2 ore P. De Cicco Cinzia

Secondaria di I grado ADHD DICEMBRE 2016 2 ore T. Ghiaccio Roberto

2 ore P. Coppola Barbara

Secondaria di II grado DSA DICEMBRE 2016 2 ore T. Ghiaccio Roberto

2 ore P. De Cicco Cinzia

Secondaria di II grado ADHD DICEMBRE 2016 2 ore T Ghiaccio Roberto

2 ore P. Coppola Barbara

Dottor Dragone Domenico neuropsichiatra infantile. Dirigente medico ASL BN

Dottor Ghiaccio Roberto neuropsicologo esperto in psicodiagnosi in ADHD e DSA.

Dottoressa De Cicco Cinzia insegnante e pedagogista, presidente sezione AID Benevento

Dottoressa Coppola Barbara psicologa, psicoterapeuta cognitivo comportamentale in età evolutiva

3° Fase – Attivazione dello Sportello di Ascolto

Costituzione di uno sportello d’ascolto con incontri programmati allo scopo di costruire un piano didattico personalizzato sui casi a rischio fornendo le strategie più adatte ed efficaci per il singolo alunno.
In questo modo si cercherà di attivare interventi di natura pedagogico-didattica, sistematici o intensivi per uno-due mesi, da parte di insegnanti che hanno partecipato ai momenti di approfondimento con l’obiettivo di migliorare la prestazione. Solo per gli alunni che si dimostrano “resistenti”, cioè manifestano miglioramenti poco significativi, che quindi si confermano come maggiormente “a rischio”, e solo per questi va raccomandato alla famiglia un invio ai servizi specialistici per la valutazione diagnostica.
Dott.ssa Vinci Leonarda psicologa
Dott.ssa Olivieri Stefania logopedista,
Dott.ssa. Cassero Serena psicologa psicoterapeuta,
Dott.ssa De Luca Lucia insegnante

Si ringraziano i patrocini e sponsor dell’iniziativa: Comune di Telese Terme, Azienda Terme di Telese, CTI IC Telese Terme.

Stampa articolo Stampa articolo

Tags: