mercoledì 8 aprile 2020 Bauman, un filosofo che ha saggiato sulla sua pelle la condizione di profugo | infosannionews.it mercoledì 8 aprile 2020
Smooth Slider

Conclusa definitivamente la stagione 2019-2020

L'Accademia Volley si allinea completamente alle decisioni federaliLa Federazione Italiana ...

Emergenza covid-19: tamponi e test rapidi processati al San Pio

Emergenza covid-19: tamponi e test rapidi processati al San Pio

L'’A.O.R.N. “San Pio” oggi 8 Aprile ha processato nr. 12 ...

Premio Strega Giovani e Liceo Giannone di Benevento

La Fondazione Bellonci, in collaborazione con l’associazione Piccoli Maestri, ha ...

L’Ospedale S. Cuore di Gesù – Fatebenefratelli di Benevento ringrazia la CIEC S.r.l. per il dono di “pacchi viveri”

L’Ospedale S. Cuore di Gesù – Fatebenefratelli di Benevento, attraverso ...

Bauman, un filosofo che ha saggiato sulla sua pelle la condizione di profugo

25/02/2016
By

Ospite del quarto appuntamento del Secondo Festival Filosofico del Sannio, organizzato dalla vulcanica prof.ssa Carmela D’Aronzo e dalla sua associazione “Stregati da Sophia”, il filosofo polacco parla del coraggio, di internet e delle “mode”.

bauman

Chi meglio di Zygmunt Bauman, sociologo e filosofo di fama mondiale, nonchè giovane ebreo costretto a scappare dalla Polonia in Russia nel 1939, può parlare della paura e del coraggio. E lui lo fa in maniera aperta, diretta, con la forza che gli proviene dalla sua vita che lo ha visto più volte essere un esule. Bauman, uno dei pensatori più influenti del giorno d’oggi, ha incantato la platea portando anche una iniezione di fiducia.

Non bisogna sfuggire la paura o nasconderla perchè c’è, esiste, piuttosto bisogna avere la forza di trovare il coraggio al proprio interno e farlo uscire perchè è importante ed ogni persona ne ha bisogno. E dalla miscelanea di paura-coraggio che ogni essere umano, in parti uguali ha detto Bauman,  porta dentro di se da sempre quale caratteristica, usando una terminologia oggi usata ed abusata, di genere, bisogna far emergere il coraggio, che solo con la ferrea volontà può evidenziarsi non essendo, ha detto il filosofo polacco, merce acquistabile al supermercato. Allo stesso tempo però è importante anche lo spavento perchè ci mette in allarme facendoci capire la situazione di pericolo affinchè si possa tirare fuori il coraggio che è in noi. Ma si potrebbe anche pensare, sbagliando,  di superare le paure omologandoci alla massa perchè al suo interno si spera di passare inosservati e quindi da qui l’accesso alle nuove metodologie, come il mondo virtuale di internet. Ma questo limbo che viene così a crearsi ma non fa altro che far diventare un uomo incapace di saper affrontare le difficoltà della vita.

Bauman ha poi preso ad esempio Papa Francesco che ha dato una grossa dimostrazione di coraggio da subito, da quando è stato eletto poichè avrebbe potuto concedere la sua prima intervista ad un giornalista cristiano ed invece la rilasciata all’ateo Eugenio Scalfari.

Print This Post Print This Post

Tags: